È iniziato nella serata di venerdì il vero esodo estivo degli italiani che, anche per questo secondo weekend di agosto, si ritrovano ad affrontare il traffico intenso per raggiungere le località di vacanza. Due giornate da bollino nero, oggi e domani, cominciate con due gravi incidenti che hanno paralizzato l'A1 in direzione sud tra Piacenza sud e Parma, creando file di decine di chilometri per tutta la mattinata di oggi.

Gli incidenti in autostrada

Il primo, in cui è morta una persona, è avvenuto poco prima delle 24 all'altezza del km 102 e ha coinvolto un'auto e più mezzi pesanti: è stato necessario chiudere il tratto tra l'allacciamento con la A15 e Parma. Il secondo è avvenuto intorno all'1.30 ed è stata diretta conseguenza del primo. Un camion carico di maiali vivi ha infatti tamponato violentemente le auto in coda, ribaltandosi e occupando gran parte della carreggiata. Tanti i suini, alcuni vivi e alcuni morti, finiti sull'asfalto. Dei tre occupanti dell'auto coinvolta, due sono stati soccorsi in condizioni gravi, mentre una bambina è rimasta ferita in modo lieve. Partendo dal Nord, con le strade che circondano Riviera romagnola, lago di Garda, confine con Austria, Svizzera e Slovenia, arrivando fino al Sud con la Salerno Reggio Calabria, gli spostamenti degli italiani tra questa sera e domani non saranno una passeggiata.

Le aree di maggior traffico

"Sono cinque le macro aree più critiche" ha spiegato Damiano Pica, segretario di Viabilità Italia, il centro di monitoraggio del Viminale: "Si tratta dell'A4 verso Trieste per chi è diretto in Slovenia e Croazia, dell'A14 nelle zone della costiera romagnola, ancora A4 intorno al lago di Garda, A22 al confine con l'Austria e A9 verso la Svizzera, non escludendo problematiche in A3 per coloro che sono diretti verso Sud". Sull'A3 Salerno-Reggio Calabria per facilitare la circolazione l'Anas ha aperto al traffico proprio questa mattina il nuovo viadotto 'Jannello', in carreggiata sud, nel comune di Laino Borgo, in provincia di Cosenza. Grazie a questa apertura, il transito su una corsia per senso di marcia si riduce da 6 a 3 km. "Abbiamo garantito il massimo impegno per rendere agevole il viaggio di tanti vacanzieri diretti a Sud nei primi due week end dell'esodo estivo - sottolinea il presidente di Anas Gianni Vittorio Armani - ora ci prepariamo al sabato da bollino nero e come sempre garantiremo la massima informazione sulla viabilità e il potenziamento dei presidi del nostro personale". Attese comunque lungo tutta la rete lunghe file di auto. Per ridurre i disagi i Tir sono fermi oggi fino alle 22 domani dalle 8 alle 22. (LaPresse)

© Riproduzione Riservata

Commenti