Edoardo Frittoli

-

Il primo volo di linea della compagnia di bandiera Alitalia fu esattamente 70 anni fa. 

La mattina del 5 maggio 1947 sulla pista sconnessa dell'aeroporto di Torino-Aeritalia attendeva il decollo un "vecchietto" , vestito con una livrea tutta nuova. Aveva vissuto la guerra quel trimotore Fiat G.12, registrato tra i ranghi della Regia Aeronautica con la matricola MM 60906. Alla cloche sedeva il comandante Virgilio Reinero, già pilota militare passato nelle file della Resistenza dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943.

ALITALIA, commissariata, come siamo arrivati fin qui

Scampato al conflitto e reimmatricolato I-DALH, l'aereo da trasporto nato nel 1940 progettato dall'Ingegner Giuseppe Gabrielli fu incaricato di rappresentare la rinascita dell'aviazione civile italiana, dopo essersi lasciato alle spalle le macerie delle defunte aviolinee del ventennio, l' "Ala Littoria" e la Avio Linee Italiane- ALI di proprietà della stessa Fiat.

I tre motori Alfa Romeo a pistoni cominciarono a rombare dopo che i 18 passeggeri (la massima capacità del trimotore) furono seduti nella sua angusta fusoliera metallica. La destinazione era l'aeroporto di Roma Urbe, il primo collegamento di linea del dopoguerra. 

Da quel 5 maggio 1947 la flotta Alitalia continuerà a crescere, servita ancora per qualche anno da velivoli derivati dalla produzione di guerra, come il Savoia Marchetti SM.95 o l'ex nemico Avro "Lancastrian", versione civile del quadrimotore britannico Lancaster che aveva infiammato i cieli italiani appena qualche anno prima.

Nel 1950 toccherà agli americani Douglas DC-4 vestire la livrea tricolore. All'inizio degli anni '60 arrivarono i primi DC-8 a reazione. Nel 1957 Alitalia gestiva una flotta di 37 aerei e contava 3.000 dipendenti.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Alitalia, il prestito ponte: come funziona

Quanti soldi metterà lo Stato, quando dovrà essere restituito e perchè la Ue lo autorizzerà

Alitalia, chi sono i commissari e perché sono stati scelti

Il governo punta su Luigi Gubitosi, ex direttore generale Rai, Enrico Laghi, già commissario Ilva, e Stefano Paleari, docente universitario

Alitalia commissariata, come siamo arrivati fino a qui

Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari nominati commissari. Dai programmi di privatizzazione alle fusioni con altri vettori una storia di fallimenti

Alitalia: le conseguenze del No al referendum

Il cda ha chiesto la procedura di commissariamento al Ministero dello Sviluppo Economico. Tre le strade: vendita, nuovi azionisti o fallimento

Alitalia in crisi, cosa succede ai punti Millemiglia

In caso di fallimento del vettore c’è il rischio serio di perdere i vantaggi economici acquisiti con la raccolta punti

Alitalia, quanti errori con il referendum

La responsabilità della crisi scaricata sui lavoratori e l'incapacità di capire che il mercato è cambiato e che la nazionalizzazione non ci sarà

Alitalia: verso il nuovo piano industriale

I sindacati firmano il preaccordo con riduzione degli esuberi. Restano i punti del piano: ritorno all'utile entro il 2019

Commenti