Il Tribunale 'giusto' di Crocetta
Il Tribunale 'giusto' di Crocetta
News

Il Tribunale 'giusto' di Crocetta

Perchè l'uscita del neo governatore della Sicilia deve fare paura - il Dossier di Panorama -

Voce dal sen fuggita… La prima reazione di Rosario Crocetta sulla copertina di Panorama in edicola da oggi, giovedì 22 novembre, è più che significativa.

Dice Rosario Crocetta: «Si, penso di denunciare Saverio Di Blasi» dice il neopresidente della Regione Sicilia. E aggiunge: «Ma devo trovare il momento opportuno. E soprattutto devo trovare il tribunale giusto e non quello che magari mi vuole fottere perché è in mano ai mafiosi».

Saverio Di Blasi è una delle fonti ascoltate da Panorama nella storia di copertina che descrive le frequentazioni pericolose che, nel corso del tempo, ha avuto Crocetta: ex presidente dei Verdi di Gela, è stato Di Blasi a candidare Crocetta alle elezioni amministrative del 1998. Ed è sempre Di Blasi a raccontare oggi a Panorama che Crocetta era in stretti rapporti con Emanuele Celona, già esponente della cosca gelese degli Emmanuello e divenuto collaboratore di giustizia quattro anni dopo, nel 2002. Celona, secondo quanto riferisce Di Blasi, nel 1998 du uno dei principali collaboratori elettorali di Crocetta: e quando Di Blasi capì con chi aveva a che fare cercò di avvisare il candidato Crocetta. Il risultato fu, secondo le parole di Di Blasi, che Celona affrontò a muso duro il presidente dei Verdi: «Qualche giorno dopo arriva in sede. Ci guarda a muso duro e dice: “Che c’è, non vi piace la mia faccia” e intanto si apre la giacca: ha una pistola infilata nella cintura».

Quel che stupisce, nella reazione di Crocetta alle rivelazioni di Di Blasi, è quel che segue nelle parole con le quali annuncia la querela: quel «devo trovare il tribunale giusto». E stupisce anche il tempismo che, aggiunge, dovrà sottendere alla sua presentazione.

L’idea che, nella testa del governatore siciliano, esistano tribunali per lui «giusti» e «sbagliati» fa decisamente paura. E viene polemicamente da chiedersi che cosa Crocetta sappia di questi tribunali «giusti» e di quelli che «vogliono fottere» (lui o altri). Anche alla luce del fatto che, malgrado esistano carte giudiziarie e interrogatori di pentiti dove (a torto o a ragione) nel corso degli anni è comparso il nome dello stesso Crocetta, nessuna procura siciliana finora ha mai avviato un’inchiesta su di lui.

il live della conferenza stampa di Crocetta su livesicilia.it

Ti potrebbe piacere anche

I più letti