Mida/Ansa/EPA/How Hwee Young - VASILY MAXIMOV/AFP/Getty Images
News

Corea del Nord e Siria: alleanza sporca per le armi

L'Onu documenta la collaborazione dell'agenzia di Assad che si occupa di armi chimiche con l'organismo di Pyongyang per lo sviluppo dei missili balistici

Kim Jong-Un e Assad alleati nello sviluppo di armi micidiali.

Reuters martedì ha infatti pubblicato i contenuti di un documento delle Nazioni Unite, dal quale risulta che la Corea del Nord ha inviato, due volte negli ultimi sei mesi, materiale all’agenzia governativa siriana responsabile per gli armamenti chimici e in generale per le armi sofisticate: il Syrian Scientific Studies and Research Centre.

Il rapporto, stilato da un panel indipendente di esperti del Consiglio di Sicurezza dell’Onu attesta che sono in corso da anni relazioni fra il regime di Assad e la Corea del Nord per il sostegno reciproco ai programmi di che riguardano armamenti chimici e missili balistici, ma anche armi convenzionali.

Il Syrian Scientific Studies and Research Centre è l’organismo militare e scientifico di Assad, usato per le ricerche sulle armi chimiche, la tecnologia nucleare e i programmi di sviluppo di missili e armamenti aerei. Da anni gli osservatori conoscono i suoi legami con la Korea Mining Development Trading Company (Komid).

Quest’ultimo è stato inserito dalle Nazioni Uniti nella lista nera degli organismi che operano violando i trattati viene considerata la principale agenzia di esportazione e acquisto di materiale e tecnologie necessari per lo sviluppo dei programmi di armamento.

Nel 2016 l’Onu ha anche inserito nella lista nera due rappresentanti del Komid in Siria.

Proprio martedì 22 agosto il governo americano ha annunciato ulteriori sanzioni nei confronti di aziende cinesi e russe che lavorano con la Corea del Nord per sostenere il programma di sviluppo di armamenti del regime di Kim Jong-Un.

La collaborazione fra la Siria e la Corea del Nord è parte del lavoro di Pyongyang per aggirare le sanzioni e l’isolamento internazionale che ostacolano il programma di sviluppo degli armamenti nucleari e di missili balistici, entrate in vigore nel 2006 e più volte appesantite.

Il panel di esperti dell'Onu che ha prodotto il report ha anche lavorato alle indagini per identificare l’agente nervino usato per uccidere il fratellastro di Kim Jong Un all’aeroporto di Kuala Lumpur in Malesia in febbraio 2017.

La Siria invece, aveva accettato di distruggere il proprio armamento chimico nel 2013, in base a un accordo concluso con la collaborazione di Stati Uniti e Russia. Tuttavia nei sei anni di guerra civile almeno due volte sono stati usati gas proibiti come l’agente sarin, mentre l’uso del cloro è decisamente più diffuso, da parte dell’esercito di Assad e probabilmente anche delle milizie che lo contrastano.

Ti potrebbe piacere anche