News

Cina, la ricercata n° 1 Yang Xiuzhu si consegna alla polizia - Foto

Ex funzionario pubblico, 70 anni, è accusata di appropriazione indebita per oltre 40 milioni di dollari. Latitante da 13 anni, dal 2014 in carcere negli USA

Dopo 13 anni di latitanza, ha fatto oggi ritorno in Cina Yang Xiuzhu, la ricercata n° 1 nella lista dei 100 peggiori criminali fuggiti all'estero, stilata dalle autorità cinesi nel 2015 nell'ambito della campagna anticorruzione voluta dal presidente Xi Jinping.

L'ha condotta oggi a Pechino un aereo proveniente dal New Jersey, dove dal 2014 era in carcere per aver tentato di fare ingresso negli Stati Uniti con un falso passaporto olandese. La donna, ex pubblico ufficiale, 70 anni, è accusata di appropriazione indebita per oltre 40 milioni di dollari. Avrebbe ammassato questa fortuna in tangenti negli anni '90, quando da vicesindaco di Wenzhou, nel ruolo di vicedirettore dell'ufficio costruzioni della provincia di Zhejiang, nella Cina orientale, era incaricata di supervisionare una serie di grandi progetti edilizi.

La donna si è consegnata autonomamente alle autorità della Cina, secondo quanto riferisce la BBC, citando la Commissione centrale per le ispezioni disciplinari (CCDI) del governo di Pechino. Bisognosa di cure mediche, la donna avrebbe voluto fare ritorno in Cina per l'inadeguatezza di quelle ricevute nelle carceri statunitensi.

La Cina aveva fatto a lungo pressioni per un accordo sull'estradizione, che era stato escluso ufficialmente in ottobre da un portavoce degli Stati Uniti. Geng Shuang, portavoce del ministro degli esteri cinese ha definito però oggi il rientro in Cina di Yang Xiuzhu "un risultato importante" nei rapporti Cina-USA, reso possibile da una "complessiva cooperazione di polizia contro la corruzione". Riferisce le sue parole Xinhua (Agenzia Nuova Cina), l'agenzia ufficiale di stampa del governo cinese: "La Cina apprezza l'assistenza fornita dagli Stati Uniti e da tutti i Paesi coinvolti nell'operazione." 

Xinhua/Yin Gang/Lapresse
16 novembre 2016. Yang Xiuzhu scende dall'aerero scortata da due poliziotte, al suo arrivo all'aeroporto internazionale di Pechino.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti