Una guerra da cani (in ostaggio)
Colonel, rapito dai talebani
Una guerra da cani (in ostaggio)
News

Una guerra da cani (in ostaggio)

I talebani hanno diffuso un video in cui mostrano un pastore belga con un'imbracatura militare. Dicono che appartiene agli americani e (forse) chiedono un riscatto

Comunque sia, il suo sguardo non sembra proprio quello di un animale felice. Non può essere altrimenti. Quel cane da pastore belga è in mano al nemico. Ostaggio di guerra. Il suo nome sarebbe Colonel e sarebbe stato catturato dai guerriglieri islamici poco prima di Natale, nella provincia afghana di Laghman. Nel video lo mostrano con la sua imbracatura. Tipica dei war-dog che le truppe occidentali usano sul teatro di guerra.

Questi cani sono molto preziosi. Vengono utilizzati per scoprire esplosivi, campi minati. Il loro olfatto è un'arma di difesa insuperabile. E poi, servono nelle operazioni di recupero dei soldati dispersi. Li cercano, senza mai stancarsi, senza tregua fino a quando non li hanno trovati. La tenacia e la capacità di non sentire la fatica sono caratteristiche del cane da pastore belga.

I talebani dicono che il cane rapito appartiene all'esercito americano. Lo hanno portato via durante un raid notturno in cui sono riusciti anche a catturare alcune armi in dotazione delle forze speciali statunitensi. Un portavoce ha confermato la scomparsa del cane, ma non ha voluto specificare se appartenesse veramente all'U.S. Army. L'ultima versione dice che potrebbe essere dei britannici.

 

Gli americani, ad ogni modo, utilizzano questo tipo di cane. Abituati a rimanere accanto al loro "padrone" anche durante le azioni di guerra, sono addestrati a non avere paura delle sparatorie, o dei colpi. Se i soldati hanno dovuto abbandonare Colonnello, così come hanno fatto con le armi, vuol dire che erano in una brutta situazione.

Sembrerà strano (o forse ridicolo), ma per i talebani, Colonnello è un'importante preda di guerra. I dog war, proprio a causa della loro efficacia, sono "armi" importanti nella guerra afghana. Se ne catturi uno, fai un bel colpo. E'stato così' in tutti i conflitti. I Vietcong avevano messo una taglia per la loro uccisione. In Iraq, erano detestati dai guerriglieri.

Ci sono tante storie riguardanti i soldati e il loro cani. Tra le più commoventi quella del caporale Kory Wiens e di Cooper. Lui era così attaccato al labrador che decise di rimanere nell'esercito fino a quando Cooper non avesse finito il suo periodo in Iraq. Poi l'avrebbe adottato. Sono saltati in aria, insieme, su di una mina. Li hanno seppelliti insieme in Oregon. Ora c'è l'Afghanistan. Salvate il Soldato Colonnel.

 
Ti potrebbe piacere anche

I più letti