emiliano viviano sampdoria inter calciomercato
Ansa
emiliano viviano sampdoria inter calciomercato
Calciomercato

Allarme Handanovic: perché l'Inter prende Viviano

Il capitano e l'infortunio più grave del previsto al mignolo. Le insicurezze della riserva Padelli e la scelta di cercare un portiere svincolato da dare a Conte

L'Inter ha deciso di aggiungere un portiere alla rosa a disposizione di Antonio Conte e il nome del prescelto è quello di Emiliano Viviano, classe 1985, svincolato dopo aver giocato la seconda metà della scorsa stagione con la Spal. Una scelta che conferma l'allarme suonato forte in casa nerazzurra dopo aver visto le difficoltà di Padelli nel derby, vinto di rimonta ma con la partecipazione attiva (negativa) del portiere sui gol rossoneri nel primo tempo.

Viviano si è allenato negli ultimi mesi con la Sampdoria, club col quale ha accumulato 115 presenze in carriera. Ha esperienza ed è un profilo superiore a quello di Padelli. Ma la rapidità con cui Marotta e Ausilio lo hanno convocato per visite mediche e primi allenamenti racconta anche qualche preoccupazione per la gravità dell'infortunio di Handanovic.

Il capitano si è fatto male in allenamento alla vigilia della trasferta di Udine a inizio febbraio. Ufficialmente si tratta di infrazione al quinto dito della mano sinistra. Un trauma pericoloso per un portiere, ma non necessariamente così grave da prevedere un'assenza certa per un lungo periodo. Invece, malgrado i tentativi di rientrare e gli allenamenti condotti con un tutore, Handanovic ha saltato la trasferta di Udine e il derby contro il Milan.

Il calendario dell'Inter non concede respiro: semifinale andata di Coppa Italia contro il Napoli, trasferta scudetto all'Olimpico con la Lazio, poi il Ludogorets in Europa League, la Sampdoria a San Siro, il ritorno con i bulgari e il 1° marzo il rendev-vouz all'Allianz Stadium contro la Juventus per poi chiudere con la semifinale di ritorno di Coppa Italia al San Paolo. A fronte di questo susseguirsi di impegni, l'Inter ha deciso di correre ai ripari per evitare di doversi presentare con Padelli, Berni e il giovanissimo Stankovic o di dover forzare il rientro di Handanovic.

Il quale, secondo quanto esce dalle stanze di Appiano Gentile, non riesce ancora a stringere il pallone in mano e non sembra prossimo al rientro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti