Il video della liberazione del soldato americano prigioniero dei talebani
Bowe Bergdahl (Ansa)
Il video della liberazione del soldato americano prigioniero dei talebani
News

Il video della liberazione del soldato americano prigioniero dei talebani

Mentre in America proseguono le polemiche sullo scambio di prigionieri, i talebani diffondono le immagini della consegna di Bowe Bergdahl ai militari Usa

Un video per alimentare i dubbi e le domande. I talebani hanno deciso di diffonderlo a pochi giorni dalla liberazione del Sergente Bowe Bergdahl, il prigioniero americano rimasto nelle mani dei guerriglieri islamici per cinque anni. Le polemiche sono forti negli Usa. Prima di tutto sullo scambio con i cinque capi militari talebani che erano detenuti a Guantanamo. Secondo i repubblicani, Barack Obama non doveva accettarlo. E poi su di lui, su questo giovane dell'Idaho scomparso improvvisamente dalla sua base militare una mattina di giugno del 2009.

Un disertore? Il capo del suo plotone, Evan Buetow, ha ricordato che Bergdahl "non condivideva i motivi della guerra in Afghanistan" e ha fatto varie cose che viste a posteriori fanno pensare che se ne sia andato prima di essere sequestrato dai talebani. Ci sono altre testimonianze fornite dai suoi commilitoni secondo cui nella zona in cui erano di stanza, la provincia di Paktika, gli attacchi sono aumentati dopo la sua cattura. Secondo Buetow non si potra' mai sapere se l'impennata della violenza fu una semplice coincidenza, o se Bergdahl dette informazioni ai suo carcerieri ivolontariamente o sotto tortura.

Il video della sua liberazione potrebbe aumentare le polemiche. Tra Bergdahl e i talebani sembra esserci una discreta familiarietà

 
Ti potrebbe piacere anche

I più letti