Un bonus per traslocare nel comune sardo di Sadali

200 euro al mese in buoni spesa, per ripopolare un paese nel cagliaritano: è la singolare promessa del sindaco alle giovani coppie

Nella foto la cascata di Sadali, piccolo centro nel cagliaritano. Credits: Sadali.com

Eleonora Lorusso

-

In tempi di crisi un bonus fa sempre gola. Lo sanno bene i supermercati e i negozi, che usano proprio i coupon o sconti particolari per fidelizzare i clienti. E lo devono aver capito molto bene anche dalle parti della Sardegna, dove il Sindaco di Sadali , 92 chilometri da Cagliari, ha pensato bene di inventarsi un bonus per le giovani coppie. Per cosa? Per convincerle a trasferirsi nel piccolo comune sardo, abitato da poco più di 900 anime: una forma di fidelizzazione anche questa.

La cifra stanziata dall'Amministrazione di Sadali è di 200 euro al mese in buoni spesa, da spendersi all'interno del territorio comunale, per un periodo massimo di due anni. Denaro che viene erogato a chi decide appunto di spostare la propria residenza al piccolo centro, a patto però che quello di provenienza ne abbia oltre 3.000, altrimenti il rischio è di spopolare un altro Comune già piccolo.

Fino ad ora, a rispondere alla "chiamata" del primo cittadino di Sadali, Romina Mura, sono state una 30ina di persone, per lo più giovani di età compresa tra i 25 e i 40 anni, sposati. Si tratta nella maggior parte dei casi di artigiani, ma non mancano agricoltori che hanno spostato la propria attività lavorativa, insieme alla residenza, iniziando ad occuparsi degli appezzamenti di terreno prima incolto, che si trovano nei pressi di Sadali.

Soddisfatti i commercianti, che incassano i bonus e poi vengono rimborsati dal Comune, ma anche i neocittadini, guardati inizialmente con sospetto da qualche "nativo", ma successivamente ben accettato dalla comunità. Lo stesso che è accaduto ad Elena e Andrea, ideatori del progetto "Ripopola Sadali" , sostenuto da Comune e Sindaco: attraverso un blog omonimo, hanno avviato la ricerca di persone e progetti per creare un eco-villaggio, o meglio trasformare Sadali in un paese totalmente green. L'obiettivo, in questo caso, è richiamare cittadini a Sadali e, nello stesso tempo, "ritrovare il contatto col mondo vivente" e "restituire a questa terra la dignità che merita".

Del resto, il problema dello spopolamento non è solo sardo, nè solo italiano. Nella multiculturale, frizzante New York, cuore economico degli States, il Sindaco ha pensato ad un progetto singolare per ripopolare il centro della Grande Mela: miniappartamenti da 20 metri quadrati . Veri mini-bunker, adatti (o forse solo vivibili) per single, piccoli nella taglia, ma anche nel prezzo: una volta realizzati, entro due anni, l'affitto dei micro appartamenti varierà da 11 a 22 mila dollari l'anno. Gli appartamenti, in tutto 55, saranno costruiti al termine di una gara tra architetti, sulla 27esima strada. Saranno vere case low cost, dunque, che potranno ospitare anche chi non gode di un portafogli sostanzioso, ma vuole vivere a New York, dove un terzo della popolazione è appunto single.

© Riproduzione Riservata

Commenti