Il Royal Baby del Bhutan
Il Royal Baby del Bhutan
News

Bhutan, 108.000 alberi per la nascita del principe

L'arrivo del "Royal Baby" è stato celebrato dal piccolo regno himalayano confermando la sua vocazione ecologista

Decine di migliaia di cittadini del piccolo regno himalayano del Bhutan si sono riuniti all'inizio di questo mese per dare il benvenuto al principe primogenito con simboli buddhisti, piantando 108.000 alberi, ognuno sigillato con una preghiera per l'erede al trono.

Il premier Tshering Tobgay, tre dei suoi ministri e il leader dell'opposizione sono stati tra i 100.000 volontari che hanno piantato gli alberi in tutto il Paese il 6 marzo scorso, circa un mese dopo che re Khesar e la regina Jetsun hanno annunciato la nascita del loro primo figlio, venuto al mondo il 5 febbraio.

"Nel buddhismo, l'albero rappresenta la nutrice di ogni forma di vita e simboleggia longevità, salute, bellezza e anche la compassione", ha detto Tenzin Lekphell, che ha coordinato l'iniziativa chiamata Tendrel, nella lingua locale. "Non è un caso che il Buddha abbia avuto l'illuminazione sotto un albero di banyan", ha aggiunto.

Il numero degli alberi piantati è esattamente 108.000 in quanto il numero "108" è sacro nel buddhismo: denota la pulizia di 108 contaminazioni che impediscono agli uomini di raggiungere l'illuminazione.


Olycom/Bhutan Royal House
20 febbraio 2016. Il re Jigme Khesar Namgyel Wangchuck e la regina Gyaltsuen Jetsun Pema, con il "Gyalsey" (principe) del Bhutan, nato il 5 febbraio 2016.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti