Auto rubate? All'Italia un triste primato

Nel Belpaese 31 auto rubate ogni 10mila, contro le sole 10 della Germania. Peggio di noi solo la Francia. Le vetture preferite dai ladri? Le Fiat

L'Italia primeggia nei furti d'auto in Europa: meglio (o peggio) di noi solo la Francia. In Germania il minor numero di auto rubate. Credits: Getty Images

Eleonora Lorusso

-

Che in Europa ci fossero molte differenze tra gli Stati membri è un dato di fatto. Ma fino ad ora eravamo abituati a limitarci ai dati economici, al Pil e al debito pubblico, tutti fattori nei quali il nostro Paese non eccelle, soprattutto nei confronti dei Paesi del nord Europa e della Germania in primis. Ora, però, arriva una classifica che (purtroppo) ci vede primeggiare: quella dei furti d'auto. Il Belpaese, infatti, risulta in vetta alla classifica per numero di auto rubate tra i tutti gli stati del Vecchio Continente: 31 sparizioni ogni 10 mila veicoli. Meglio di noi - si fa per dire - solo la Francia con 37 auto rubate ogni 10mila. E la Germania? Inutile dirlo: chiude la classifica con solo 10 auto oggetto di furto ogni 10mila. A completare la top ten ci sono la Gran Bretagna (3° posto), la Russia e la Spagna (4°), la Svezia (5°) e poi via via Norvegia, Belgio, Paesi Bassi e appunto la Germania.

L'impietosa mappa dei furti a quattro ruote arriva da uno studio condotto da Lojack Italia , che ha elaborato i numeri forniti dal ministero dell'Interno, e dall'Istituto Sbd , inglese, che si è occupato dei dati esteri. Dalla ricerca emerge che i modelli che vanno più "a ruba" - è il caso di dirlo - ci sono soprattutto le utilitarie, meno protette dai sistemi antifurto. Su 10 vetture rubate, 6 sono italiane e 4 tedesche. In particolare le più gettonate dai ladri sembrano essere le Fiat Panda, che con 11.004 sparizioni (9,53% del totale delle auto rubate), si posizionano al primo posto, seguite dalle Fiat Punto, con 10.116 auto rubate (8,76%). Al terzo posto si trovano, invece, le Fiat Uno, con 5.854 furti, pari al 5,07%. Immediatamente sotto i gradini del podio, si trovano ancora modelli made in Italy, ma più "lussuosi", come Fiat 500 e Lancia Ypsilon. Bisogna arriva al 6° per incontrare la prima vettura straniera, ovvero la Ford Fiesta, seguita dalla Volkswagen Golf, la Smart, l'Opel Corsa e infine un'altra italiana, la Fiat Grande Punto.

Ma perché le italiane piacciono tanto? La ricerca sembra chiarire almeno un paio di motivi: in primo luogo le auto preferite dai ladri devono essere quelle più facili da aprire e portare via. Ecco perché la scelta ricade spesso su utilitarie, che non sono dotate di sistemi antifurto molto sofisticati. Nello stesso tempo, però, anche i ladri ormai dispongono di sistemi sempre più tecnologici: insomma, le portiere non sono vengono quasi mai più forzate, grazie soprattutto ai nuovi jammer, i disturbatori che coprono le radiofrequenze degli allarmi. Ma se questo spiega la scelta dei modelli più economici e "base", perché si registrano più furti in Italia?

Secondo gli esperti è colpa anche della crisi. Le maggiori ristrettezze economiche spingerebbero gli acquirenti di auto a dotarsi di minori sistemi di protezione per le proprie vetture, come i geolocalizzatori, e questo spiegherebbe la maggior facilità con cui nel nostro Paese vengono rubate vetture. A far riflettere è infatti anche un altro dato: rispetto a qualche anno fa, nel nostro Paese si registra un aumento dei furti d'auto (+ 1,84% nel 2012 rispetto al 2011), mentre diminuiscono i ritrovamenti (- 2%). Questo fa pensare che le auto rubate non vengano usate solo per rapine, ma vengano tenute dai ladri o rivendute all'estero.

Infine, un ultimo dato. La regione col maggior numero di sottrazioni di auto in Italia risulta la Campania, dove avviene il 19% di furti del totale nazionale, seguita da Lazio e Lombardia. E se in queste tre regioni avviene la metà dei furti nazionali, aggiungendo Sicilia e Puglia si arriva al 78§%, mentre nelle altre 15 regioni avviene solo il 22% di questi reati.

© Riproduzione Riservata

Commenti