L'attentato di Beirut e i legami con la guerra in Siria
ANWAR AMRO/AFP/Getty Images
L'attentato di Beirut e i legami con la guerra in Siria
News

L'attentato di Beirut e i legami con la guerra in Siria

L'episodio di oggi è solo l'ultimo di una serie derivanti dal conflitto siriano che ha diviso l'opinione pubblica libanese e innescato divisione e scontri politici nel Paese

L'uccisione in un attentato a Beirut di Mohammed Shattah , ex ministro delle Finanze nel governo Hariri, è solo l'ultima di una serie di ricadute in Libano dei 33 mesi di guerra civile della vicina Siria. La guerra in Siria ha infatti profondamente diviso l'opinione pubblica libanese e innescato divisione e scontri politici nel Paese. Il movimento sciita libanese Hezbollah è sceso al fianco delle truppe del presidente siriano, Bashar al-Assad, mentre i suoi rivali libanesi si sono schierati al fianco dei ribelli sunniti. Pesa anche la questione dei rifugiati: più di 825mila i siriani che hanno cercato rifugio finora in Libano.

Di seguito una breve cronologia dei fatti più significativi del 2013.
30 APRILE: il capo di Hezbollah, Hassan Nasrallah, annuncia che miliziani del movimento sciita combattono in Siria a fianco del regime.

19-26 MAGGIO: ancora scontri a Tripoli, piu' di 30 morti 6 giugno: l'esercito siriano, sostenuto da Hezbollah, riconquista Qusayr, citta' strategica per le rotte di transito quasi al confine con il Libano

23-24 GIUGNO: scontri anche a Sidone tra esercito e sostenitori del sunnita radicale Sheikh Ahmad al-Assir, muoiono 18 soldati 9 luglio: decine di feriti per un'autobomba nel quartiere roccaforte di Hezbollah, a Beirut

15 AGOSTO: autobomba nello stesso quartiere stavolta va nel segno, 27 morti 23 AGOSTO: duplice autobomba contro un moschea sunnita a Tripoli fa 45 morti, e' il piu' grave attentato in Libano dalla fine della guerra civile nel 1990

19 NOVEMBRE: attentato contro ambasciata iraniana nel quartiere roccaforte di Hezbollah, a sud di Beirut: 25 morti

4 DICEMBRE: Hezbollah accusa Israele della morte di uno dei suoi capi, Hassan al-Lakiss, ucciso vicino Beirut. Israele nega coinvolgimento.

27 DICEMBRE: autobomba nel centro di Beirut uccide l'ex ministro Shattah; numerose vittime e feriti.

(ANSA)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti