Napolitano fa flop in tv
Ansa
Napolitano fa flop in tv
News

Napolitano fa flop in tv

Se 10 milioni a reti unificate possono dirsi un successo...

10 milioni in tutto sulle tv generaliste. Quanto una serata sotto tono del Festival di Sanremo. Con la differenza che la kermesse canora va in onda su unico canale, il discorso di fine anno del Capo dello Stato a reti unificate comprese quelle a pagamento.

E' vero che il rispetto allo scorso anno gli italiani che hanno seguito Giorgio Napolitano sono stati il 2,8% in più, ma i 9 milioni 981mila telespettatori di quest'anno, pur in aumento rispetto ai 9 milioni e 702mila del 2012, rappresentano comunque, boicottaggio o meno, appena il 16,7% dell'intera popolazione italiana.

Una disaffezione indiscutibile da parte del pubblico televisivo che dal 2006 a ieri ha progressivamente disertato il tradizionale appuntamento mentre, sempre ieri, il server del sito su cui veniva trasmesso in diretta il contro-discorso di Beppe Grillo andava in tilt già pochi istanti dopo l'inizio.

Lo share presidenziale è passato, infatti, dal 78,08 dell'ultimo discorso di Carlo Azeglio Ciampi nel 2005 alle medie molto più basse degli ultimi anni.

12 mesi fa, per esempio, si era fermato al 54,98 contro il 66% del 2006, l'anno della prima elezione di Napolitano al Colle, una percentuale già molto inferiore rispetto a quella registrata l'anno prima.

In termini assoluti i telespettatori erano scesi a 9 milioni e 702mila nel 2012 (partivano da 11 milioni sette anni fa), che secondo la Rai sarebbero almeno 13 milioni sommando il pubblico delle reti satellitari e del web.

Il trend dello share è stato, infatti, sempre in calo: 66% nel 2006, 65,5% nel 2007, 65,4% nel 2008, 65% nel 2009, 60,1 nel 2010, 56,1 nel 2011, 54,9 nel 2012.

Ieri il messaggio di fine anno del presidente della Repubblica è stato seguito su tutti i canali Rai complessivamente da 7 milioni 149mila spettatori e, in particolare, su Rai1 da 4 milioni 935mila pari a uno share del 26,23%.

Su Canale5 i telespettatori sono stati 2.177.000 per uno share dell’11,56% mentre su La7 lo hanno seguito in 706.000 per uno share del 3,75%.

Davvero troppo poco per parlare di successo.

I più letti