Gli appelli di FI e Sel a Sergio Mattarella
ANSA/MASSIMO PERCOSSI
Gli appelli di FI e Sel a Sergio Mattarella
News

Gli appelli di FI e Sel a Sergio Mattarella

Nel colloquio con il Capo dello Stato, Renato Brunetta presenta un appello al dialogo per le riforme, mentre Nichi Vendola una lettera di uno sfratto

Il capogruppo di Fi alla Camera, Renato Brunetta, e quello di Sel, Nichi Vendola, hanno avuto stamane un colloquio di mezz'ora con il capo dello Stato Sergio Mattarella.

Sergio Mattarella: profilo privato di un uomo misurato


"Il presidente Mattarella ha auspicato che il dialogo sulle riforme possa riprendere. Conoscendolo, userà tutti gli strumenti previsti dalla Costituzione per ripristinare un clima di dialogo" ha detto il capogruppo di Fi alla Camera, Renato Brunetta, dopo il colloquio al Quirinale sulle riforme in cui ha consegnato l'appello di Forza Italia: "La Costituzione di un Paese è l'anima della Nazione che guardando ad essa si riconosce come comunità unita in un destino storico. Una Costituzione è il punto di incontro tra le generazioni passate, presenti e future". Questo l'incipit del testo in 25 punti. "Le Costituzioni devono unire. Non possono dividere. Forza Italia - rileva Brunetta - conferma la coesione nazionale sulla crisi libica. Ma questo deve trovare un clima positivo. Il presidente della Repubblica ha ascoltato ed ha molto apprezzato. Noi auspichiamo che la riforma costituzionale e la legge elettorale trovino un alveo di ampia condivisione. Non si può pensare di chiedere la coesione nazionale di giorno e procedere a colpi di maggioranza di notte per approvare 40 articoli della Costituzione".

Il leader di Sel, Nichi Vendola, invece, nel corso dell'incontro con il capo dello Stato ha consegnato una lettera di una famiglia che ha subito uno sfratto. "Lo abbiamo fatto per porre l'attenzione su una drammaticità che coinvolge decine di famiglie, quasi una guerra tra poveri, tra sfrattati e piccoli proprietari, una tragedia quando bussa alle porte degli anziani". Ecco perchè "Sel ha chiesto un'attenzione differente nei confronti degli sfratti".

ANSA/ANGELO CARCONI
Renato Brunetta al termine dell'incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale, Roma 17 febbraio 2015
Ti potrebbe piacere anche

I più letti