Best Workplaces 2022: Andriani in classifica per il secondo anno
Best Workplaces 2022: Andriani in classifica per il secondo anno
News

Best Workplaces 2022: Andriani in classifica per il secondo anno

Great place to work Italia, azienda leader nel settore dell’analisi del clima aziendale, della trasformazione organizzativa e dell’employer branding ha recentemente pubblicato la sua classifica dei migliori luoghi in cui lavorare in Italia nel 2022.

Arrivata alla sua 21° edizione, «Best Workplaces» raccoglie le 60 migliori realtà italiane, suddivise in quattro categorie, a seconda della grandezza dell’azienda. La ricerca, condotta nell’arco di 12 mesi, ha analizzato 210 aziende e 94.064 collaboratori.

Il modello metodologico utilizzato da Great place to work è universale e si è consolidato attraverso oltre 40 anni di ricerche su aziende di tutto il mondo. Gli aspetti analizzati sono: Leadership, Comunicazione, Gestione, Sviluppo professionale, Collaborazione, Organizzazione e Compensation.

Per il secondo anno consecutivo Andriani, società basata a Gravina in Puglia, è stata riconosciuta, posizionandosi all’undicesimo posto nella categoria 150/499 dipendenti.

Unica azienda del Sud Italia nel settore Manufacturing - Food, Andriani Spa Società Benefit è fiore all’occhiello dell’innovation food per il suo know how produttivo e la sua capacità industriale. L’azienda pugliese, che ha saputo innovare il settore alimentare con prodotti healthy di alta qualità a base di materie prime naturalmente prive di glutine, è stata riconosciuta dai suoi stessi dipendenti, attraverso un’indagine sul clima interno, tra le migliori aziende in cui lavorare, con punteggi al di sopra delle media in tutte le dimensioni del sondaggio: Credibilità, Rispetto, Equità, Orgoglio e Coesione.

Un risultato frutto dell’impegno costante di Andriani, che integra i principi del Patto Globale delle Nazioni Unite nell’intera gestione, nel mantenere al centro della propria strategia il concetto esteso di "benessere” per ambiente e persone, in particolare i dipendenti che rappresentano il fulcro vitale dell’azienda. Per valorizzare e coinvolgere le risorse umane, infatti, già da qualche anno Andriani ha dato vita a una campagna integrata volta a consolidare le motivazioni, ad accrescere la condivisione di idee e ad attrarre nuovi talenti.

«Collocarsi sul podio dei “Best Workplaces” per il secondo anno rappresenta per noi un traguardo di rilievo e un riconoscimento all’attenzione crescente che in azienda dedichiamo al benessere delle nostre persone e alla qualità dell’ambiente di lavoro» ha dichiarato Mariangela Candido, HR & Organization Director di Andriani, ringraziando tutti i collaboratori per la partecipazione e congratulandosi con le altre aziende in classifica.

«L’augurio è di fare tutti sempre meglio, generando nuove consapevolezze per un futuro sempre più centrato sulla cura delle Persone» ha aggiunto Candido.

Andriani ha da poco avviato un nuovo progetto finalizzato al well-being del personale dall’evocativo titolo «Ben-Essere». L’azienda pugliese si propone così di agevolare una vita lavorativa e personale positiva ed equilibrata mettendo a disposizione dei dipendenti percorsi di sensibilizzazione e di prevenzione per la salute fisica e mentale attraverso anamnesi individuali complete, il monitoraggio di parametri specifici e delle condizioni di rischio per la prevenzione di malattie cardiovascolari, un servizio di supporto psicologico tramite Numero Verde Benessere attivo 24/24 h e 7/7 giorni.

Andriani, inoltre, riconoscendo nella singolarità di ciascuno un valore che è alla base della vita, dell!umanità e del pianeta stesso, indispensabile per progredire ed evolvere, ha consolidato il proprio impegno nella promozione di una corporate culture sempre più inclusiva, attivando al proprio interno diversi nuovi progetti tra cui, in particolare, due percorsi dedicati sia alla valorizzazione del ruolo genitoriale in azienda che al contrasto alla violenza sulle donne e alle discriminazioni di genere, quest’ultima attività in partnership con Fondazione Libellula.

I più letti