Alessandro D'Avenia
Ansa/Marta D'Avenia
Alessandro D'Avenia
Lifestyle

Narrativa italiana, i 10 libri più venduti della settimana (27 febbraio - 5 marzo)

Poche variazioni nella top ten. Alessandro D'Avenia si riprende la vetta (nella settimana dal 27 febbraio al 5 marzo secondo dati iBuk)

10) "Intrigo italiano" di Carlo Lucarelli

Intrigo italiano

Intrigo italiano di Carlo Lucarelli segna il ritorno del commissario De Luca, fedele servitore dello Stato. Ambientato in una bellissima e inquietante Bologna coperta dalla neve di Natale del 1953, vede il commissario all'opera per conto dei servizi segreti, in un'indagine sull'omicidio della moglie di un noto professore bolognese, morto anche lui in un misterioso incidente automobilistico. De Luca dovrà fare un po' di conti anche con se stesso e il suo passato.

Carlo Lucarelli
Intrigo italiano
Einaudi
240 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

9) "Le otto montagne" di Paolo Cognetti

La montagna, nella sua scarna bellezza, dura e selvaggia, segna l'anima per sempre, lascia l'impronta in chi vi è nato e in chi l'ha amata. Diventa una categoria dello spirito e, anche quando la si lascia in cerca di un altrove più conveniente, non ci si può staccare mai veramente da essa. Basta un suono, un profumo che si è risucchiati da lei, lontano dalla assordante città. È questo che capita ai personaggi del romanzo Le otto montagne che non riescono a farne a meno, e vanno e ritornano, senza mai lasciarla veramente. Anche Paolo Cognetti è grande appassionato di montagna, dove trascorre in solitudine alcuni mesi all'anno.

Paolo Cognetti
Le otto montagne
Einaudi
199 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

8) "La mossa del cavallo" di Andrea Camilleri

La mossa del cavallo di Andrea Camilleri, pubblicato per la prima volta nel 1999 e oggi considerato un "classico", viene riproposto da Sellerio con una Nota inedita dell'autore. Si tratta di un giallo in forma di "farsa tragica". La vicenda si svolge, tra Montelusa e Vigàta, nell’autunno del 1877: ai tempi della Sinistra storica al governo, e dei malumori contro il mantenimento dell’odiosa tassa sul macinato.

Andrea Camilleri
La mossa del cavallo
Sellerio Editore Palermo
257 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

7) "L'Arminuta" di Donatella Di Pietrantonio

Donatella Di Pietrantonio, la scrittrice abruzzese autrice di Bella mia, torna con L'Arminuta. La protagonista, con una valigia in mano e una sacca di scarpe nell'altra, suona a una porta sconosciuta. Ad aprirle, sua sorella Adriana, gli occhi stropicciati, le trecce sfatte: non si sono mai viste prima. Inizia così la storia di una ragazzina che da un giorno all'altro perde tutto, una casa confortevole, le amiche più care, l'affetto incondizionato dei genitori. O meglio, di quelli che credeva i suoi genitori. Per "l'Arminuta" (la ritornata), come la chiamano i compagni, comincia una nuova e diversissima vita. La casa è piccola, buia, ci sono fratelli dappertutto e poco cibo sul tavolo. Ma c'è Adriana, che condivide il letto con lei. E c'è Vincenzo, che la guarda come fosse già una donna.

Donatella Di Pietrantonio
L'Arminuta
Einaudi
162 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

6) "Commedia nera n. 1" di Francesco Recami

Abbandonata - ma solo per il momento - la casa di ringhiera protagonista dei romanzi precedenti, Francesco Recami ci fa entrare questa volta in un appartamento (un po' claustrofobico). Con Commedia nera n. 1 dà vita a una nuova serie. Siamo sempre alla commedia umana, che questa volta si tinge di nero per il sarcasmo, il grottesco, il cinismo che la percorre. Una nuova serie, che sarà agrodolce e cattiva alla sua maniera, spietata e un po' ossessiva.

Francesco Recami
Commedia nera n. 1
Sellerio Editore
Compra l'ebook

5) "Torto marcio" di Alessandro Robecchi

Torto marcio di Alessandro Robecchi

Dopo Di rabbia e di vento, tra sorprese e paradossi, suspense e umorismo amaro, Alessandro Robecchi firma Torto marcio, un thriller che coniuga il romanzo di genere a quello di costume e di critica sociale. Milano, quasi centro, eppure periferia, "più di seimila appartamenti, famiglie, inquilini legali barricati in casa, abusivi, occupanti regolari, occupanti selvaggi". A pochi chilometri da lì, in una via socialmente distante anni luce, un sessantenne imprenditore molto ricco è freddato con due colpi di pistola. E sul corpo, un sasso. Non sarà l'unica vittima. Il ministero manda un drappello di esperti burocrati. Ma la vera squadra d'indagine lavora sotto traccia: sono Ghezzi e Carella, poliziotti diversissimi tra loro ma entrambi fedeli più alla verità che alle convenienze. E non sono i soli a indagare...

Alessandro Robecchi
Torto marcio
Sellerio Editore Palermo
352 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

4) "A cantare fu il cane" di Andrea Vitali

La quiete della notte tra il 16 e il 17 luglio 1937 viene turbata a Bellano da un grido di donna. Trattasi di Emerita Diachini in Panicarli, che urla "Al ladro! Al ladro!". Un balordo viene poi rocambolescamente acciuffato dalla guardia notturna Romeo Giudici. È Serafino Caiazzi, noto alle cronache del paese per altri piccoli reati finiti in niente soprattutto per le sue incapacità criminali. Chiaro che il ladro è lui, chi altri? Ma al maresciallo Maccadò servono prove. Ergo, scattano le indagini. Prima cosa, interrogare l'Emerita. Già, una parola, perché la donna spesso non risponde al suono del campanello, mentre invece è molto attivo il suo cane, un bastardino ringhioso e aggressivo. E il Maccadò, dei cani, ha una fifa barbina. I misteri e le tresche di paese, gli affanni dei carabinieri e le voci che si diffondono incontrollate sono protagoniste di A cantare fu il cane di Andrea Vitali.

Andrea Vitali
A cantare fu il cane
Garzanti Libri
421 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

3) "Magari domani resto" di Lorenzo Marone

Da Lorenzo Marone, l'autore de La tentazione di essere felici, il nuovo romanzo Magari domani resto. Protagonista Luce, un'avvocatessa napoletana trentenne, sempre in jeans, anfibi e capelli corti, onesta, combattiva e abituata a prendere a schiaffi la vita. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l'affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. All'improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare...

Lorenzo Marone
Magari domani resto
Feltrinelli
272 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

2) "Qualcosa" di Chiara Gamberale

Qualcosa di Chiara Gamberale

Dopo il successo di Adesso, Chiara Gamberale torna con il romanzo Qualcosa. La Principessa Qualcosa di Troppo, fin dalla nascita, rivela di possedere una meravigliosa, ma pericolosa caratteristica: non ha limiti, è esagerata in tutto quello che fa. Si muove troppo, piange troppo, ride troppo e, soprattutto, vuole troppo. Ma, quando sua madre muore, la Principessa si ritrova "un buco al posto del cuore". Smarrita, prende a vagare per il regno e incontra così il Cavalier Niente che vive da solo in cima a una collina e passa tutto il giorno a "non-fare qualcosa di importante". Grazie a lui, anche la Principessa scopre il valore del "non-fare". E del silenzio, dell'immaginazione, della noia. La scrittrice si concentra sul rischio che corriamo a volere riempire ossessivamente le nostre vite, anziché fare i conti con chi siamo e che cosa vogliamo.

Chiara Gamberale
Qualcosa
Longanesi
200 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

1) "L'arte di essere fragili" di Alessandro D'Avenia

L'arte di essere fragili

Esiste un metodo per la felicità duratura? Si può imparare il faticoso mestiere di vivere giorno per giorno in modo da farne addirittura un'arte della gioia quotidiana? Sono domande comuni, spesso senza risposte. Eppure la soluzione può raggiungerci, improvvisa, grazie a qualcosa che ci accade, grazie a qualcuno. Nel libro L'arte di essere fragili Alessandro D'Avenia racconta il suo metodo per la felicità e l'incontro decisivo che glielo ha rivelato: quello con Giacomo Leopardi. Leopardi, spesso frettolosamente liquidato come pessimista, fu invece un giovane uomo affamato di vita e di infinito. Nella sua vita e nei suoi versi, D'Avenia trova folgorazioni e lo spunto per rispondere ai tanti cruciali interrogativi che si sente rivolgere da ragazzi di ogni parte d'Italia alla ricerca di sé.

Alessandro D'Avenia
L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita
Mondadori
209 pagine
Compra il libro - Scarica l'ebook

Ti potrebbe piacere anche

I più letti