X Factor 7:il trionfo di Michele Bravi. Secondi gli Ape Escape

Il verdetto della finale del talent show al Forum di Assago 

Michele Bravi, il vincitore di X Factor 7 – Credits: Sky

Gianni Poglio

-

Il televoto ha detto Michele, il talento della squadra di Morgan. Per la finale di X Factor 7 sono arrivati cinque milioni di voti, un numero che fotografa la dimensione del successo del talent di Sky. 

Alla fine a contendersi la vittoria erano rimasti in due: Michele Bravi e gli Ape Escape. L'ultimo e decisivo scontro ha contrapposto due modi diversi, quasi opposti di interpretare la musica e le sue vibrazioni. La discreta raffinatezza e la classe di Michele contro l'effetto "pugno nello stomaco" del terzetto di Nocera. 

Michele ha 18 anni, grazia, tanto talento e un futuro su cui scommettere. "Io non vedo l'ora di ascoltare il tuo disco" è stato il commento di Mika subito dopo l'intensa versione di Anima Fragile di Vasco Rossi. Bravo Michele, ma anche il suo giudice, Morgan, che l'ha preso per mano e condotto alla vittoria con assoluta naturalezza, come se fosse scritta nel destino. La differenza l'ha poi fatta anche La vita e la felicità, l'inedito di Zibba e Tiziano Ferro. Un gran pezzo, da domani tormentone radiofonico.

GLi Ape Escape sono un singolare mix tra metal e rap, tra rime e senso della melodia. Hanno un sound e uno stile definito oltre che buone chance di funzionare discograficamente. Buono il duetto con Elisa. Esagerata nel senso buono del termine, anche se un po' confusa vocalmente, la versione di Walk this way, l'evergreen di Aerosmith-Run Dmc. "Tutta la vita Ape Escape" ha chiosato Elio alla fine dell'ultima performance dei tre. 

La finale al Mediolanum Forum di Assago ha confermato che X Factor 7 è stato uno degli eventi televisivi dell'anno. Musica, spettacolo, e intrattenimento tenuti insieme da una formula che funziona e piace. Lo dicono i numeri degli ascolti e ancora di più il boom social in rete.

Le eliminazioni: Aba è uscita per prima. Non poteva essere altrimenti. Il suo goal è stato arrivare in finale sotto la sapiente guida di Elio & Tafuri. Dopo di lei il calice amaro dell'eliminazione è toccato a Violetta, la fanciulla con l'ukulele della squadra di Mika. "Una perla" ha detto Morgan con ragione. Se avesse avuto un inedito più forte, o solo un po' meno country, forse staremmo raccontando un'altra storia. 

© Riproduzione Riservata

Commenti