I nuovi giudici di X Factor con il conduttore Alessandro Cattelan
Musica

Tutto pronto per X Factor: le ultime news

Oggi a Milano la presentazione del talent targato SkyUno. Le prime impressioni dei giudici Skin, Mika, Elio e Fedez e i consigli di Simon Cowell

I casting stanno per terminare (l'ultimo appuntamento è dal 23 al 25 maggio a Bologna). La giuria è prontissima e come ha avuto modo di dimostrare oggi, durante la prima conferenza stampa a Milano, ha veramente voglia di iniziare questo nuovo percorso. Oltre ai quattro giudici - Mika, Fedez e le due new entry Elio e Skin - erano presenti anche il conduttore Alessandro Cattelan e il creatore dei format tv di maggiore successo nel mondo (tra cui X Factor e Got Talent) Simon Cowell. 

È proprio lui - che ieri ha partecipato come super-ospite alla serata finale di Italia's Got Talent - ad inaugurare la conferenza: "X Factor Italia è l'edizione migliore al mondo. Il segreto sta nel fatto che questo programma punta sui concorrenti. Ci sono altri programmi che danno più spazio allo spettacolo, mentre X Factor ha come unico scopo quello di trovare qualcuno che possa intraprendere una vera e propria carriera". 

Simon Cowell insieme a Mika a Milano

Simon Cowell insieme a Mika a Milano – Credits: Ufficio Stampa Sky

Durante la puntata di ieri di Italia's Got Talent, a Simon Cowell è spettato l'onore di annunciare il vincitore dell'edizione dai numeri veramente importanti (ieri 1.700.000 spettatori medi su SkyUno e Cielo). Peccato che l'emozione gli ha giocato un brutto scherzo, al punto da confondere Italia's Got Talent con X Factor. Su questo inconveniente ha scherzato: "Non è stato un errore: era solo un modo per promuovere di più X Factor". E alla domanda di una giornalista che gli chiedeva se avesse intenzione di fare da giudice ad un talent italiano, ha scherzato: "Dopo la figuraccia di ieri, direi mai".

A parte gli scherzi, Cowell ha ricordato la particolarità di X Factor, basato prima di ogni altra cosa sul talento e sulla capacità di promuoverlo, farlo crescere: "La cosa più importante è ascoltare, e riuscire a capire quali sono le vere esigenze del pubblico giovane. E, bisogna dirlo: non è scontato che ci siano degli artisti disposti a scoprire altre star e a lavorare con loro". Proprio per questo motivo, il nome più importante dei talent show a livello mondiale ha confermato che partirà a breve - nei primi tempi sicuramente solo negli Stati Uniti e in America Latina (l'Italia potrebbe adottarlo in futuro) - un nuovo talent show, La Banda, che cercherà la nuova boyband latina. I giudici di questa prima edizione saranno Ricky Martin e la nostra Laura Pausini, non estranea a partecipazioni a talent esteri. 

I giudici di casa nostra, invece, saranno - come già detto - Skin, Fedez, Elio e Mika. Ad introdurli Alessandro Cattelan che ha confermato: "Sarà sicuramente un'esperienza divertente". E, in effetti, le prime battute dei coach sembrano dimostrarlo.

Skin è nuova a questo tipo di esperienza, ma la voglia di sperimentare cose nuove l'ha portata nel nostro Paese (con il quale ha un ottimo legame): "Credo che la mia presenza potrà attirare dei soggetti veramente strani. Ci voleva una stronza come me per incasinare un po' le cose". E sul suo rapporto con l'Italia ha affermato: "Mi sono sempre sentita coccolata e viziata qui. Mi è sempre piaciuto venire a cantare in Italia e mi avete sempre accolto benissimo. Detto questo, ho ancora il problema della lingua: su questo punto di vista mi sento terrorizzata".

Ad intervenire a suo favore Mika, che ha passato le stesse difficoltà proprio per quanto riguarda l'imparare l'italiano: "Un anno fa ero appena arrivato in Italia. Parlavo solo al presente e stavo imparando l'italiano leggendo Don Camillo. In tutto questo c'era Morgan che faceva tantissime citazioni di Dante: non è stato facilissimo". E, al di là del problema linguistico, ha spiegato perchè ha deciso di continuare quest'esperienza nonostante alcuni problemi nella scorsa edizione: "L'anno scorso c'era un problema tra noi giudici e le questioni personali entravano sul palco insieme a noi. Soprattutto verso la parte finale dell'edizione mi sono dovuto spegnere un po' per restare tranquillo e per andare avanti. Spero che quest'anno sia diverso: voglio divertirmi al 100%, creativamente, senza alcun tipo di calcolo".

Elio, invece, di fronte a queste forti presenze "straniere", punta sul legame con la tradizione musicale italiana: "Spero di poter essere per il pubblico una sorta di ancora che ci lega all'italianità classica". Un ottimo motivo che l'ha portato a tornare sulla poltrona di giudice di X Factor dopo alcuni anni in cui si è dedicato a musical e a progetti con la sua band.

Infine la conferma di Fedez, la vera rivelazione dello scorso anno (il suo Lorenzo Fragola sta riscuotendo un grande successo a livello di pubblico): "Oltre all'artista mi piace ricoprire il ruolo di discografico. A breve uscirà il disco di Madh, Lorenzo Fragola sta andando molto bene e Vivian è entrata a far parte della mia band come corista nel Pop-Hoolista Tour. Sono felicissimo di poter fare questa esperienza, perchè mi permette di portare avanti la mia idea di discografia". 

Insomma, ogni giudice - con le sue peculiarità - è pronto a dare tutto sul palcoscenico più ambito d'Italia. Ora non bisogna fare altro che aspettare l'inizio della nona edizione del talent dai grandi numeri. 

© Riproduzione Riservata

Commenti