Musica

X Factor 8: Ilaria Rastrelli e le pagelle della terza puntata

Commento, analisi e voti ai talenti mostrati su Sky Uno il 6 novembre 2014

Schermata 2014-11-07 alle 01.51.54

Ilaria Rastrelli

Nuova puntata di X Factor live e ancora una volta, ricche pagelle di Panorama.it

Quella che abbiamo visto è la terza puntata dal vivo, l'ottava dall'inizio dell'edizione, in onda il 30 ottobre 2014 su Sky Uno, in streaming su Sky Go e Sky On Line.

Abbiamo visto in azione i nuovi giudici Fedez (sempre più polemico) e Victoria Cabello (in lacrime), insieme con Mika e Morgan

Ecco i voti ad ogni singolo concorrente visto in tv, con il titolo della canzone cantata, l'album di provenienza e il nostro giudizio con voto. Aspettiamo di leggere, come sempre, le vostre opinioni.

Ilaria Rastrelli ha cantato "Get Lucky" dei Daft Punk (2013, dall'album "Random Access Memories) - La cover di questa canzone l'abbiamo sentita mille volte, ma forse è la prima volta in cui non solo ci sembra ben riproposta, ma incantevole sotto ogni aspetto. Molto ben arrangiata, molto ben cantata. Sempre a testa altissima, Ilaria.

ILARIA - VOTO: 8 E MEZZO

I Komminuet hanno cantato "Emerge" di Fischerspooner (2001, dall'album "#1") - In questa esibizione i due ragazzi sono emersi nel migliore dei modi, portando sul palco di X Factor la migliore esibizione dal loro ingresso. È questa la strada giusta da seguire. Di fronte ad un brano "particolare" come questo, ne sono usciti fuori ancora più forti di prima. Bravissimi.

KOMMINUET - VOTO: 8

Leiner ha cantato "If I Die Tomorrow" di Far East Movement (2005, dall'album "Red, White & Crüe"). Leiner si è messo al servizio della performance dimenticandosi che il protagonista è lui. Non è un corista e nemmeno una comparsa. Ci piace l'umiltà, ma questa volta è andato troppo in ombra.

 

LEINER - VOTO: 7 +

Emma Morton ha cantato "Sing it back" dei Moloko (1999, dall'album "I'm not a doctor"). La sua è stata un'esibizione compatta, inattaccabile sotto ogni punto di vista. In una puntata dove le performance deboli erano parecchie, ha dimostrato di saper affontare qualsiasi prova senza mai sembrare fuori posto.

EMMA VOTO - 7/8

Vivian Grillo ha cantato "You Spin Me Round (Like a Record)" dei Dead or Alive (1984, dall'album "Youthquake") in mash up con "Telephone" di Lady Gaga. Se c'era qualcosa che si poteva fare per farla sentire ancora meno a suo agio nel palcoscenico, era vestirla da Carnevale. Esibizione senza mordente. Le potenzialità non bastano se non diventano pratiche. Malissimo. È difficile ancora credere nel suo talento.

VIVIAN - VOTO: 5

Riccardo Schiara ha cantato "Follow The Sun" di Time Square feat. Xavier Rudd (2014). Una canzone dai forti richiami country. Riccardo ha dato prova (per l'ennesima volta) di avere una delle voci più interessanti del cast quest'anno. Ma è ancora spaesato, manca di presenza scenica e determinazione negli occhi. Canta... e basta.

RICCARDO - VOTO: 6

Gli Spritz For Five hanno cantato la Quinta di Beethoven nell'arrangiamento per "La febbre del sabato sera" - Bravi, bravissimi! Le scelte di Morgan li tengono sempre in bilico, ma si divertono, non sentono l'ansia della gara, fanno musica con il gusto di farla con il sorriso sulle labbra. È la cosa più importante e più bella.

SPRITZ FOR FIVE - VOTO: 7

Mario Gavino Garrucciu ha cantato "Don't Leave Me this Way" di Thelma Houston (nuova versione del 1976, dall'album "Any way you like it"). Si fa sempre più lontano il ricordo di Mario che ci emozionava nella sua naturalezza. Era tanto disarmante allora quanto fuori ruolo in queste prime settimane. Aspettiamo, con calma e pazienza, tempi migliori. Ma è stato bravo, su questo non ci sono dubbi.

MARIO GAVINO GARRUCCIU - VOTO: 6/7

Madh ha cantato "Dancing on My Own" di Robyn (2010, dall'album "Body Talk Pt. 1") - La canzone originale è emozione allo stato puro. Madh è risultato un po' più freddo e meccanico, poco sciolto sul palco e vocalmente un po' troppo impostato. Nonotante le piccole sbavature ha ha davvero dato forma a un'esibizione speciale. Ancora complimenti.

MADH - VOTO: 7 E MEZZO

Camilla Andrea Magni ha cantato "Miss you" dei Rolling Stones (1978, dall'album "Some Girls"). Troppo insicura, troppo spaesata. Aveva per le mani una delle migliori messe in scena messe in campo in questa edizione. Doveva mostrarsi più sicura, non guardava le telecamere. Dava la sensazione di essere nella sua stanzetta. Vocalmente, ineccepibile. Ma non basta.

CAMILLA - VOTO: 4

Lorenzo Fragola ha cantato "Sweet Nothing" di Calvin Harris con la collaborazione di Florence Welch dei Florence & The Machine (2012, dall'album "18 Months") - È la prima volta dall'inizio del programma che Lorenzo appare tiepido, poco concentrato, non orgoglioso della canzone che portava sul palco. Peccato. Forza Lorenzo, la prossima volta vogliamo ritrovarti a brillare come al solito.

LORENZO - VOTO: 6 E MEZZO

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti