Gabriele Antonucci

-

Mancano ormai pochi giorni al grande concerto di Vasco Rossi del 1° luglio al Modena Park, trasmesso in diretta anche in due palazzetti (Gran teatro Geox di Padova e il Palazzetto di Genova Fiera) e in ben 197 cinema in tutta Italia.

Il suo storico produttore Guido Elmi e il bassista Claudio "Il Gallo" Golinelli hanno fatto trapelare i primi dettagli sulla faraonica scaletta: "Si tratta di trentanove canzoni e due interludi che ripercorreranno tutta la carriera dell'artista, con il finale con Albachiara come punto fermo di ogni concerto di Vasco”.

-LEGGI ANCHE Vasco Rossi: a Modena Park cresce la Vasco-mania

Lo show supererà le 3 ore di durata e, oltre ai classici del Komandante, saranno proposti anche brani meno famosi della sua quarantennale discografia, come Ed il tempo crea eroi, canzone del 1978 inclusa in ...Ma cosa vuoi che sia una canzone..., mai eseguita dal vivo finora.

“Una notte mi sono svegliato con questa canzone in testa -ha dichiarato Vasco-  e il giorno dopo Guido mi ha convinto a portarla a Modena. La mia paura era che il pubblico non la conoscesse, soprattutto i più giovani, ma dopo averla provata con il gruppo ho riscoperto la sua attualità".

Non mancheranno i classici Bollicine, Ogni volta, Splendida giornata, Come nelle favole, Liberi liberi, Sally, Gli spari sopra, C’è chi dice no, Un mondo migliore, Vita spericolata e Albachiara, ma è inevitabile che, alla fine, ci sarà anche qualche esclusione eccellente.

-LEGGI ANCHE Vasco Rossi compie 65 anni: le 65 canzoni indimenticabili

Il Comune di Modena, intanto, ha emesso due ordinanze con diversi divieti previsti in occasione di Modena Park. Dalle 17 di venerdì 30 giugno alle 13 di domenica 2 luglio, in tutto il territorio modenese è vietata la vendita o somministrazione di bevande in contenitori di vetro o lattine (con l'esclusione della somministrazione al tavolo insieme al pasto) che dovranno quindi essere sostituiti con altri materiali ammessi dalla normativa igienico sanitaria. Dalle 13 del 30 giugno alle 13 del 2 luglio sarà inoltre vietato il consumo o la detenzione su suolo pubblico o aperto al pubblico di superalcolici.

Le stesse limitazioni saranno in vigore giovedì 29 giugno, giorno delle prove, dalle 17 alle 24 per quanto riguarda i contenitori di vetro e lattine, dalle 13 del 29 alle 13 del 30 giugno per i superalcolici, nella zona del parco Enzo Ferrari.

-LEGGI ANCHE Così Vasco Rossi trasforma la vendita dei biglietti dei concerti

Il casello autostradale di Modena Nord sarà chiuso in occasione del concertone di Vasco Rossi al Modena Park. Il provvedimento, come comunicato da Autostrade per l’Italia, interesserà l'uscita di Modena nord per chi proviene da Bologna dall'1 di sabato 1° luglio alle 14 di domenica 2 luglio e per chi proviene da Milano dalle 00:00 alle 14 di domenica 2 luglio. Per quanto riguarda l'entrata di Modena nord la chiusura è stata disposta sia verso Milano sia in direzione di Bologna, dall'1 alle 24 di sabato 1° luglio.

Come alternativa, è consigliato di utilizzare le stazioni autostradali di Modena sud e Valsamoggia (sulla A1 Milano-Napoli) o di Campogalliano (sulla A22 Autostrada del Brennero). Autostrade per l'Italia comunica che aggiornamenti costanti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi saranno diramati sul sito autostrade.it, attraverso i pannelli a messaggio variabile o chiamando il call center Autostrade al numero 840.04.21.21.

I percorsi alternativi sono consultabili sul sito del Comune dedicato all’evento (http://modenapark.comune.modena.it) e sono stati implementati in Google maps, da cui potranno essere visualizzati ma anche caricati sui navigatori dei cellulari.

Per quanto riguarda il palco realizzato dall’architetto Claudio Santucci dello Studio milanese Giò Forma,  lungo 150 metri e alto 26, si sa che è stato ispirato dal testo di Sally e che ha richiesto un anno di lavoro per essere assemblato, in modo da rappresentare i 40 anni di carriera del rocker di Zocca ed essere visibile da tutti i 220.000 spettatori.

© Riproduzione Riservata

Commenti