Musica

Torna a Milano "Una musica per l'anima"

Sedici concerti tra classica e barocca in alcune delle più belle chiese della città

Preview Auction Items Belonging To Sting And Trudie Styler

Gabriella Piroli

-

Qualcosa si muove anche nel mondo cifrato, e un po’ autoreferenziale, della musica colta. Ed è proprio Milano una della città più attive, grazie all’impegno di giovani musicisti professionisti, italiani e stranieri.

Da domani, giovedì 10 marzo, si saprà quali nuovi eventi musicali ci saranno in città nei prossimi mesi. Alle 11 del mattino, al Circolo della Stampa di Corso Venezia 48, verrà infatti presentata l’edizione 2016 di “Una musica per l’anima”.

Si tratta di ben 16 concerti, che avranno luogo tra la primavera e l’estate, per la gioia degli appassionati di musica classica e barocca. In alcune delle più belle chiese di Milano (ma anche in altre location), Natalia Tyurkina, che è il direttore artistico delle manifestazioni, sta programmando una serie di esibizioni dei “musicisti russi”, giovani di rilievo internazionale, a cui adesso si sono aggiunti anche mucisisti italiani o di altre nazionalità.

Del resto, come dice la stessa Tyurkina, «Il successo delle iniziative del 2015 ha prodotto conseguenze molto importanti per noi. Ques’anno abbiamo tre sponsorship – Il Circolo della Stampa, il Circolo Filologico e il Touring Club Italia –  oltre che il patrocinio del Consiglio di Zona 5 e del Consiglio di Zona 1 e, infine, il sostegno del Centro Culturale Conca fallata. Ma forse l’effetto più entusiasmante dei 13 concerti 2015 è stato un altro: la creazione spontanea di alcuni gruppi musicali. Adesso abbiamo il Trio Barocco, il Trio di canto lirico, ilQuartetto d'archi "DecusStringQuartet. Tanto che», conclude Natalia Tyurkina, «i nostri musicisti sono cresciuti di numero: da 4 a 16. In così pochi mesi, non si poteva ottenere di più!».

L’obiettivo della rassegna è doppio: rilanciare la musica classica, magari anche presso target che non hanno potuto contare su un’alfabetizzazione musicale adeguata, e allo stesso tempo far conoscere  - a chi invece ne è esperto  - questi giovani talenti, cresciuti in prevalenza nella notevole tradizione russa e perfezionati nella tradizione italiana del belcanto. Anche se molti di loro sono giovanissimi, tutti risultano già vincitori di numerosi concorsi internazionali e premi nazionali di diversi paesi di Europa, America e Asia.

Primo appuntamento 2016 di “Una musica per l’Anima” il 12 marzo,  alle 21, con un concerto in Santa Maria Annunciata (nella zona di Chiesa Rossa). Qui, in questa chiesa moderna ma trasfigurata dalle luci sorprendenti di Dan Flavin, sarà possible ascoltare la mezzosoprano Katerina Adamova Mazzei e alcune arie dall’immortale Passione di Bach, mentre l’organista Marimo Toyoda suonerà i brani più famosi dello stesso Bach e la virtuosissima violinista giapponese Aki Takahashi si eserciterà con la sonata di Biber.

Qualche altra anticipazione? Solo qualche cenno. Per esempio, la soprano Elena Pervozvanskaya e la pianista Tatiana Sokolova si esibiranno il 9 aprile con famose opere di Mozart, Donizetti e Puccini all’interno del noto festival "Benvenuta Primavera".

Nello stesso mese, il 17 aprile, ci sarà un evento davvero raro e prezioso: un concerto di musica barocca con strumenti autentici (clavicembalo e violino d’epoca) nella bellissima chiesa di Santa Maria dei Miracoli, presso San Celso (Corso Italia 39, Milano), arricchito dalla voce del soprano di coloritura Ekaterina Korotkova.

Ma tutto ciò è solo una minima parte di quanto è in programma. L’intera rassegna 2016 è sul sito www.musicistirussi.it.

© Riproduzione Riservata

Commenti