Gianni Poglio

-

Il punto di forza del terzo album della band inglese è l'intreccio sempre più stretto e complice tra le voci di Romy Madley Croft e Oliver Sim.

Sono loro due (il terzo componente della band è Jamie Smith) che reggono il gioco di una formula sonora, un tempo pop minimal, oggi molto meno, che si contamina con la i beat della EDM, il funk, l'hip hop e le eccellenze del dark british (da Siouxsie a The Cure). 

Tra i brani più "forti" spiccano l'iniziale Dangerous e il singolo On Hold. Funziona anche il mid time di Replica, un gran pezzo arrangiato con classe.

Nelle canzoni di I see you non mancano poi i sample gestiti con gusto e senza eccessi. Sul versante ballad spicca invece Test me, il pezzo che chiude un album decisivo per la carriera del trio.

Non erano così due album fa The XX: questo è infatti il disco che allarga i loro orizzonti e quasi sicuramente anche il loro pubblico.

I tre brani da ascoltare: 

On Hold, Replica e Dangerous.


© Riproduzione Riservata

Commenti