Dal 25 giugno 2009, data della tragica morte di Michael Jackson, i critici si affannano a cercare un possibile erede del Re del Pop. Impresa non facile, visto l’influenza che ha avuto l’artista di Gary nella musica e nel costume degli ultimi quarant’anni, ma i candidati più accreditati appaiono oggi Justin Timberlake, Bruno Mars e The Weeknd. Quest’ultimo lo ha omaggiato esplicitamente nella contagiosa In the night del 2015, che ricorda da vicino le produzioni più dark di Jackson come Dirty Diana e Give in to me.

Il suo ultimo album  Beauty Behind the Madness, originale commistione tra r&b, hip hop e dubstep trascinato dai singoli Can’t feel my face, The Hills e Earned it (quest’ultimo colonna sonora di 50 sfumature di grigio), si è aggiudicato due Grammy Awards come Best R&B Performance e Best Urban Contemporary Album, mettendo d'accordo pubblico e critica.

C’è grande attesa per il nuovo lavoro del talentuoso artista canadese, Starboy. L’album, che uscirà nei negozi il 25 novembre, è anticipato dall’eponimo singolo realizzato in collaborazione con i Daft Punk, reduci dal trionfo di Random Access Memories nel 2013, di cui è stato pubblicato ieri sera a sorpresa il video, che trovate qui sotto.

Nella canzone, disponibile in esclusiva su Apple Music, è evidente il tocco del duo composto dagli enigmatici  Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo, candidandosi a diventare uno dei brani più ascoltati in streaming e alle radio dell’autunno e, probabilmente, dell’inverno.

Il nuovo album di Abel Tesfaye, vero nome di The Weeknd, avrà 18 brani inediti, mentre la copertina, con un'intensa foto realizzata da Nabil, mostra il cantante con le mani in  testa, senza più i curiosi dreadlocks che caratterizzavano il suo look.

© Riproduzione Riservata

Commenti