The Voice 2: le pagelle della quinta puntata

Commento, analisi e voti ai talenti mostrati su Raidue il 9 aprile 2014. Attenzione alla musica, ai brani cantati, all'interpretazione portata sul palco dei provini aperti al pubblico. Le emozioni (e le stonature) tra le cover più belle di sempre

Claudia Megré, la migliore della quinta puntata di The Voice – Credits: Raidue (Screenshot)

Alessandro Alicandri

-

Siamo pronti anche questa settimana con un nuovo appuntamento dedicato a "The Voice of Italy".

È la quinta puntata della seconda edizione (in onda il 9 aprile 2014) su Raidue.

Siamo pronti a valutare le audizioni nel talent dove a contare non è il vestito o il volto, ma la voce.

Il Canale Cultura di Panorama.it ha deciso di dedicare uno spazio alle esibizioni di quelli che desiderano essere i concorrenti del programma.

In queste audizioni al buio, avremo la nostra pagella e l'analisi musicale dedicata. Questa è l'ultima puntata di Blind Audition, dalla prossima settimana, si passa alle Battle e il cerchio si stringe attorno ai 64 concorrenti selezionati.

Sara Gozzi e Marco Galeone cantano "Treasure" di Bruno Mars (2013, dall'album "Unohrtodox Jukebox") - L'idea del balletto, la voce di Sara, la debolezza in termini di presenza scenica e l'insensatezza della presenza in coppia sul palco. Non c'è un aspetto che possa funzionare fuori da un karaoke. Incredibile che siano potuti passare.

SARA GOZZI E MARCO GALEONE - VOTO: 3 - Hanno scelto Raffaella Carrà

Lorenzo Tornabuoni canta "Maybe Tomorrow" degli Stereophonics (2003, dall'album "You Gotta Go There to Come Back") - Versione personalizzata, molto sentita. La performance è molto carina ma non è in grado di stupire. Non colpisce i giudici e nemmeno noi, se non nel finale, dove ha trovato una chiave più intensa, ma fuori controllo.

LORENZO TORNABUONI - VOTO: 6 E MEZZO - Eliminato

Claudia Megrè canta "Wish you where here" dei Pink Floyd (1975, album omonimo) - Esempio evidente di quello che possiamo definire voce "graffiante", quella che oggi piace tanto al grande pubblico, ma che ha già abbastanza concorrenza interna nel mercato. Lei è brava, ha uno spirito musicale che ci piace. Una voce interessante (già sentita al fianco di Gué Pequeno) che vogliamo conoscere meglio.

CLAUDIA MEGRÈ - VOTO: 8 - Ha scelto Piero Pelù

Nicolas Bonazzi canta "Fast Car" di Tracy Chapman (1988, album omonimo) - La sua voce è arrivata a un millimetro da farli girare, ma non ha sfondato la quarta parete, quella che in questo caso è formata dai giudici. Bella voce in linea con le più interessanti voci pop internazionali, è un peccato non sia stato selezionato almeno per le Battle.

NICOLAS BONAZZI - VOTO: 7 - Eliminato

Benedetta Caretta canta "The Power of love" (1993, brano nella versione di Céline Dion dall'album "The colour of my love") - Una voce giovanissima, tecnicamente davvero interessante, ma senza lo spessore e la profondità dell'età adulta. L'impostazione dell'ex volto di "Io canto" supera la personalità, ma ha davvero gli strumenti per migliorare a vista d'occhio. Le diamo fiducia.

BENEDETTA CARETTA - VOTO: 7+ - Ha scelto Raffaella Carrà

Lorenzo Pagani canta "Come ogni ora" di Karima Ammar (2009, dall'album "Amare le differenze") - Scelta apprezzabilissima con un canto che rientra perfettamente nel concetto del genere "standard". Si regge sulla tecnica, ma ha studiato poco per arrivare più naturale all'ascoltatore. Non crediamo abbia grandi possibilità di arrivare nella fase ancora più avanzata del programma.

LORENZO PAGANI - VOTO: 6/7 - Ha scelto Noemi

Angela Pascucci canta "Somebody to love" dei Queen (1976, dall'album "A Day at Races") - Versione femminile da musical, molto recitata. Perfetta per un'audizione teatrale, deve pensare ad arrivare un po' più lontano con la sua voce. Ha fatto in ogni caso un'ottima performance di livello, un po' strillata sul finale.

ANGELA PASCUCCI - VOTO: 7 E MEZZO - Ha scelto Noemi

Flavio Ausilio canta "Salirò" di Daniele Silvestri (2000, dall'album "Unò, Dué") - Canzone impossibile da portare in un provino ottenendo un parere positivo. La scelta è stata pessima, l'originale è inimitabile e la resa finale è scarsissima. Ha poca energia e rimane sottotono fino a fine esibizione. L'emozione l'ha fregato.

FLAVIO AUSILIO - VOTO: 5 E MEZZO - Eliminato

Andrea Ori canta "Highway to Hell" (1976, dall'album omonimo) - Esibizione fortissima, ha fatto una grande figura e ha mostrato una voce enorme, imitativa, ma in grado di dare tantissimo soprattutto in italiano, anche in chiave più originale. L'anima del rock sembra essere con lui. Speriamo che sia autentica, altrimenti non reggerà a lungo.

ANDREA ORI - VOTO: 7/8 - Ha scelto Piero Pelù

Giulia Mazzali canta "L'anima vola" (2013, dall'album omonimo) - Pessima esibizione, cattiva interpretazione del brano, altro che bravissima. Era poco centrata, non totalmente intonata, troppo insicura. La ragazza era completamente fuori strada, anche se dentro sembra avere un mondo interiore interessante. Fa ancora fatica a esprimerlo.

GIULIA MAZZALI - VOTO: 5 - Eliminata

Bojana Krunic canta "Ordinary People" (2005, dall'album "Get Lifted") - Grande voce, ottima interpretazione, eleganza e aggressività. Elementi ottimi se non avesse perso totalmente il controllo dell'intonazione. Il risultato è stato sufficiente, ma non abbastanza per passare il turno. Peccato, c'erano buone potenzialità.

BOJANA KRUNIC - VOTO: 6/7 - Eliminata

Dylan Magon canta "Talk Dirty" di Jason Derulo (2013, dall'album "Tattoos") - L'interpretazione vocale è convincente, ha un bellissimo atteggiamento sul palco pur non avendo una fisicità perfetta. Il ragazzo ha una grande passione e la esprime con convincente sicurezza. Nella parte rappata con il suo testo, ha fatto un lavoro abbastanza convincente.

DYLAN MAGON - VOTO 7+ - Ha scelto J-Ax

Mariachiara Castaldi canta "Un'emozione da poco" di Anna Oxa (1978, presentata a Sanremo e scritta da Ivano Fossati) - Una voce "vecchia", forse non aiutata dalla scelta del brano sbagliato per lei. Ha solo 28 anni, puntare sulla freschezza la avrebbe dato maggiori possibilità di essere scelta. Avevamo bisogno di modernità.

MARIACHIARA CASTALDI - VOTO: 6- - Eliminata

Yousef Pellerito canta "We found love" di Rihanna (2011, dall'album "Talk That Talk") - Il personaggio costruito è prevalso su tutto. Dovrà fare un grande lavoro sul suo orgoglio e sulla sua percezione dell'umiltà per capire cosa non andava nella sua voce, nel modo di porsi, nel look e nella reazione un po' scomposta nei confronti dei giudici. Tutto, in lui, era completamente sbagliato.

YOUSEF PELLERITO - VOTO: 2 - Eliminato

Dejanira Giannarelli canta "Bring me to life" degli Evanescence (2003, dall'album "Fallen") - Avrebbe potuto fare un'ottima figura se solo non avesse cantato così male. È stato come sentire delle unghie scorticate su una lavagna. Che testo stava cantando? Ha fatto qualcosa di buono nel ritornello, ma per il resto ci ha destabilizzati. In negativo.

DEJANIRA GIANNARELLI - VOTO: 6 E MEZZO

Viviana Colombo canta "Ti scatterò una foto" di Tiziano Ferro (2006, dall'album "Nessuno è solo") - C'era l'intenzione, una buona intenzione, ma l'esibizione aveva troppi punti di fragilità. Una voce che ricordava Syria, ma con molta meno personalità. Nell'acuto, non ha saputo gestire il brano perdendosi e condannandosi alla sconfitta.

VIVIANA COLOMBO - VOTO: 5 - Eliminata

Andrea Nocera canta "Chariot" di Gavin DeGraw (2003, dall'album omonimo) - Freschissima esibizione per l'ex membro della band 4Sound di "X Factor". È andata benone anche dal punto di vista musicale, ma rasenta la sufficienza. Per arrivare oltre, bisogna eccellere e non avere punti deboli. La sua voce non deve sparire nella folla.

ANDREA NOCERA - VOTO: 7 - Ha scelto Noemi

Valentina Sarto canta "Warwick avenue" di Duffy (2008, dall'album "Rockferry") - Esibizione per una voce fintamente particolare. È empatica, ha un buon modo di presentarsi al pubblico ma la sua voce non crea entusiasmo e affascinamento. Ci sono molti punti della sua voce che vanno limati, migliorati, resi più solidi e importanti.

VALENTINA SARTO - VOTO: 5+ - Ha scelto Raffaella Carrà

In breve, l'ultima voce da scegliere per la Carrà

ALESSIO PADDEU con "Cleptomania" dei Sugarfree - Carica eccessiva e ingiustificata - VOTO: 6 - Eliminato

CAMILLA NOCI con "Mas que nada" di Sergio Mendes - Divertente ma innoqua - VOTO: 6 E MEZZO - Eliminata

ANGELO MARCO BRUCCOLIERI con "Moondance" nella versione cover di Michael Bublé - Insicuro - VOTO: 5 - Eliminato

CHIARA TALONE con "Glitter and Gold" di Rebecca Ferguson - Esagerazione pura - VOTO: 5 E MEZZO - Eliminata

Valentina Ranalli canta "Limpido" di Laura Pausini (2013, dall'album "20 - The Greatest Hits") - Una delle esibizione più strane e assurde a cui abbiamo assistito quest'anno. Ha modulato la voce in almeno 4 o 5 modi diversi cercando di mantenere coerenza. È stato un viaggio sulle montagne russe.

VALENTINA RANALLI - VOTO: 6 E MEZZO - Ha scelto Raffaella Carrà

© Riproduzione Riservata

Commenti