Dopo le Blind, le Battle e i Knockout, finalmente siamo arrivati ai Live. Da domani sera, infatti, inizierà la parte forse più difficile per i 16 talenti rimasti in gara: niente più registrazioni. Ora sarà tutto in diretta e - cosa importantissima - oltre al giudizio dei coach, peserà anche quello del pubblico da casa. Una cartina tornasole per i ragazzi che vedranno fino a che punto sono riusciti a convincere il cosiddetto "quinto giudice".

Durante una conferenza stampa di presentazione dei live di questa edizione, non sono mancate alcune importanti dichiarazioni.

Gli ospiti e i dettagli del primo live

Nel primo live di domani sera non saranno presenti ospiti. Assisteremo però ad un duetto tra Emis Killa e Max Pezzali e ad un altro feat. tra Dolcenera e Raffaella Carrà. Inoltre, i 16 talenti rimasti (che, a dir la verità sono 19 perchè ci sono anche un trio e un duo) proporranno un omaggio a Prince. Ospiti invece dell'ultima puntata di The Voice saranno gli OneRepublic, che duetteranno con i finalisti del talent.

Le dichiarazioni del direttore di Rai2 Ilaria Dallatana

Il direttore di Rai2 Ilaria Dallatana ha iniziato a parlare scherzando sulla carica esplosiva di Dolcenera: "Vedremo come gestirla in diretta", ha affermato. E sulla programmazione autunnale della rete: "Ci stiamo lavorando. La nostra priorità è avere un occhio attento ai giovani. Ci saranno due programmi dedicati a loro e uno speciale di musica su cui stiamo ancora lavorando". Tra le altre cose ci saranno 4 serate dedicate al bullismo. Sulle voci che vedrebbero The Voice abbandonare la Rai, nessuna conferma né smentita: "Il talent musicale è uno dei generi chiave caratterizzante la Rai2 del passato e del futuro".



I quattro coach

I sedici talenti dei team di Dolcenera, Emis Killa, Raffaella Carrà e Max Pezzali si sfideranno uno contro l'altro. Uno dei problemi emersi già a inizio di questa quarta edizione è il fatto che i concorrenti di The Voice - nonostante la popolarità che per forza di cose si ottiene con apparizioni su un canale importante come Rai2 -  facciano molta fatica a camminare con le loro gambe a fine talent. Su questo, ogni giudice ci ha tenuto a ribadire la propria volontà.

La Raffaella-nazionale non ha dubbi: "Il nostro compito è essere allenatori, coach. Io personalmente cercherò di spingere un mio talento quando mi capiterà l'occasione. In ogni caso, mi piacerebbe tantissimo vedere il vincitore di The Voice a Sanremo".

La segue a ruota Dolcenera con un appello a Carlo Conti: "Si dovrebbe creare una catena protettiva attorno a questi ragazzi. Ma ricordiamoci: il successo a volte è una coincidenza di tanti fattori".

Anche Max Pezzali continua su questo ragionamento: "Io voglio tirar fuori dai ragazzi la loro personalità e voglio cercare di metterli nelle condizioni migliori".

Emis Killa, forse perchè il più giovane, ci riporta a una dose di concretezza: "Io ho già preso impegni con alcuni ragazzi che sono usciti. Ho individuato in ogni caso due o tre talenti e vincitori potenziali. Il giudice più importante è il pubblico: bisogna vedere se questi ragazzi possono piacere". 

Un'ultima (buona) notizia: verranno pubblicati i singoli dei quattro finalisti e (tramite un contratto con la Universal Music Italy) l'album del vincitore. 


I talenti che vedremo ai live

#teamdolcenera: Giorgia Alò, Edith Brinca, Joe Croci e Alice Paba

#teampezzali: Francesca Basaglia, Davide Carbone, iWolf e Elya Zambolin

#teamkilla: Frances Alina Ascione, Giuliana Ferraz, Charles Kablan e Roberta Nasti

#teamcarrà: Tanya Borgese, Beatrice Ferrantino, Foxy Ladies e Samuel Pietrasanta

© Riproduzione Riservata

Commenti