Musica

The Kolors: come è nata la canzone più trasmessa dalle radio italiane

La vera storia dietro Pensare male, il rapporto con la musica da computer e con i social. Intervista a Stash

I49A8073ok (1)

Gianni Poglio

-

"Mara Maionchi era in studio di registrazione con noi. A un certo punto mi ha detto: non puoi mica sempre cantare di quel che ti va bene. Sai, io ogni tanto vorrei sentirti perdere. Una frase che mi ha fatto aprire gli occhi. Così, mi sono messo a scrivere in italiano. e adesso sono molto orgoglioso di quel che ho composto" racconta Stash.

Il brano in questione è Pensare male, interpretato dai The Kolors con Elodie, al primo posto nella classifica dei pezzi più trasmessi dalle radio italiane nell'ultima settimana (il videoclip ha superato quota cinque milioni su YouTube)

"Questa volta mi sono concesso una scrittura molto più spontanea che si discosta dal concetto di pop mainstream, da tutti i cliché di cui a volte si finisce per tenere conto, con un’impronta French Touch ispirata ai Daft Punk, agli Stardust e agli artisti che sono stati una delle colonne sonore della mia vita" racconta. "Questo pezzo si sta rivelando importante per noi perché, oltre ad essere un successo radiofonico, ci ha permesso di raggiungere un pubblico per cui eravamo solo una band di teen idol". 

Ha trent'anni Stash ed appartiene ad una generazione che è stata investita dalla febbre social, che ha cambiato le modalità di fruizione del tempo e le abitudini. "I social hanno stravolto il tempo libero, al posto di fare qualcosa di costruttivo, ci mette lì a guardare. Non lo fanno solo i giovani... Il mio rapporto con i social è di sfiducia totale. Li frequento unicamente per comunicare, non mi connetto per gioire o piacermi. La mia emotività non passa di lì".

Sanno suonare e bene i The Kolors in un contesto musicale popolato da laptop pruducers e da dischi dove di strumenti reali ce ne sono sempre meno. "Beh se faccio una considerazione dal punto di vista mostalgico, pensando ai mei inizi, ci rimango un po' male. Io ho studiato per anni gli assoli di David Gilmour e sono convinto che alla fine sia stato un passaggio utile e indispensabile. La verità è che anche nell'utilizzo dei virtual instruments servono delle conoscenze musicali. In una canzone puoi anche emulare il suono dei fiati, ma poi devi sapere come farli suonare. Altrimenti non funzionano". 

THE KOLORS LIVE: 09/10 TORINO (Hiroshima), 10/10 MILANO (Tunnel Club), 16/10 ROMA (Largo Venue), 17/10 Napoli (Duel Beat).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

The Kolors: "Ascoltate la musica, non siamo più quelli del ciuffo"

La band di "You" ospite di Panorama d'Italia a Milano: venerdì 20 ottobre, ore 18, Teatro San Babila. Intervista e performance live - Scopri come partecipare

The Kolors, concerto a Milano e fan in delirio

Commenti