Skunk Anansie in acustico - la recensione

Esce il cd-dvd dell'esibizione unplugged a Londra

Skin in concerto (Getty Images)

Tony Romano

-

Nell’attesa di celebrare il loro 20esimo compleanno, gli Skunk Anansie, uno dei gruppi più influenti della scena rock  si regalano e ci regalano il loro primo album live ed in versione acustica. An Acoustic Skunk Anansie – Live in London, questo il titolo del disco, è stato registrato il 15 aprile 2013 durante una leggendaria esibizione alla storica casa della Royal Philarmonic  Orchestra, la Belgravia Cadogan Hall di Londra. Dismessi i panni e le atmosfere rock arriva il cofanetto nel doppio formato cd+dvd in cui esce fuori tutta l’energia e bravura della band che 900 fortunatissimi fan hanno potuto vedere dal vivo.

Ci sono tutti i più grandi successi , da Because of youSecretly, senza dimenticare HedonismWeak (contenuta nel loro primissimo album) e Charlie Big Potato. C’è spazio anche per brani contenuti nell’ultimo fortunatissimo album, come I Believed in You e I Will Break You, ma il vero miracolo della band capitanata da Skin è l’atmosfera, quel groove e quel feeling che questi quattro ragazzacci riescono a regalarci con semplicità ed eleganza, senza l’intrusione elettronica di amplificatori e distorsori a manipolare suoni e colori.

Un unplugged eccezionale che ci mostra il lato intimista e confidenziale del gruppo, cosa che avevamo già avuto modo di scoprire con Hedonism (Just Because You Feel Good), uno dei loro brani più importanti nonché primo singolo estrapolato dal disco, già in rotazione radiofonica da qualche giorno. L’album-evento contiene anche quel brano bonus che Skin e soci hanno regalato al pubblico a fine concertoDo You Something to Me, una delle canzoni più belle ed intense di un altro mito inglese, Paul Weller. In questa personale interpretazione la bravura e il virtuosismo di Skin escono allo scoperto, regalandoci una perla di rara bellezza, dove la voce, calzante a pennello, riveste il brano delicatamente, quasi come un raffinato vestito di seta.

© Riproduzione Riservata

Commenti