Simply Red
Musica

Simply Red: il ritorno in tour nel 2015

La band capitanata da Mick Hucknall si esibirà il 14 novembre 2015 a Roma e il 15 novembre a Milano

Ottime notizie per i fan dei Simply Red, ormai rassegnati allo scioglimento definitivo del gruppo dopo il tour d’addio del 2010. La band inglese, capitanata dal "rosso" Mick Hucknall, ha annunciato sui social network il ritorno sulle scene in occasione dei trent’anni dall’album di debutto Picture book.


Queste le loro parole: “Abbiamo una grande novità! Il 2015 segna il trentesimo anniversario dei Simply Red e quale miglior modo di festeggiare  che tornare a suonare con la band ? Il Big Love tour inizierà in Danimarca a Ottobre, passerà per Polonia, Repubblica Ceca, Austria, Gemania, Sizzera, Italia, Francia, Belgio, Olanda, per concludersi a dicembre in Gran Bretagna. La band comprenderà, oltre a Mick Hucknall, Ian Kirkham al sassofono, Kenji Suzuki alle chitarre, Steve Lewinson al basso, Dave Clayton alle tastiere, Roman Roth alla batteria and Kevin Robinson alla tromba e al flauto”.


La lieta notizia è corredata da un appunto scritto a mano da Mick Hucknall: “Ciao a tutti, sono felice di celebrare con voi 30 anni di musica. Spero che vi divertirete ai concerti quanto ci divertiremo noi. Ci vediamo là!”. Il cantante ha aggiunto: “Mi piacciono gli anniversari e questo è un anniversario importante. Sento che è il momento giusto”.


I Simply Red si esibiranno al Palalottomatica di Roma il 14 novembre 2015 e il 15 novembre 2015 al Forum di Assago, Milano.


Non deve essere stato facile, per Mick Hucknall, mettere fine a una storia lunga venticinque anni, costellata da tanti successi e da qualche sporadica caduta di stile, che ha fruttato cinquantacinque milioni di album venduti, tre Brits Award conquistati e dieci milioni di spettatori accorsi ai loro concerti.


Sarà stato il peso di portare quasi interamente sulle proprie spalle il nome Simply Red, sarà stata la voglia di rinnovarsi e di cercare nuove sfide professionali, sta di fatto che, alla fine del 2009, Hucknall annuncia in pompa magna il Fareweel Tour dei Simply Red, il canto del cigno della band inglese, che fa registrare in tutto il mondo una serie di sold out. Il tour, autentica summa dei momenti più ispirati della loro carriera, è stato  immortalato nel cofanetto, Farewell – Live in concert at Sydney Opera House, contenente un cd e un dvd con l’intero concerto nella metropoli australiana.


Dopo il debutto solista con un album dedicato a Bobby Bland, Tribute to Bobby, Mick il rosso ha riproposto in American soul alcuni dei suoi brani più amati della musica dell’anima, che ha vissuto il suo momento magico a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta.


A quest’ultimi risalgono i faticosi esordi della carriera di Mick Hucknall. Immerso nella scena musicale di Manchester, dominata dalle sonorità cupe e malinconiche di gruppi come Joy Division e Smiths, il cantante forma una band post-punk, i Frantic Elevators, che pubblica alcuni 45 giri senza destare alcun tipo di interesse nel pubblico.


Il timbro inconfondibile di Mick, morbido e al tempo stesso graffiante, mal si adatta a quel genere e così torna al suo antico amore per il soul creando una nuova band, i Simply Red, chiaro omaggio al colore dei suoi capelli. Il debutto nel 1985 dell’album Picture book è folgorante, grazie a due singoli incisivi come Money’s to tight to mention e Holding back the years.


La formula vincente, un riuscito mix di sonorità soul,funky e pop, si ripete nei successivi Men and women, A new flame e Stars, tutti e tre bestseller.


 La seconda metà degli anni Novanta segna un calo nell’ispirazione e nelle vendite, salvo riscattarsi nel 2003 con l’eccellente Home.


Lo scioglimento della band è ormai nell’aria, ma il suo ultimo lavoro solista, American soul, è la conferma che quella di Hucknall è ancora una delle voci più intense, raffinate e potenti di oggi. Chi l’ha detto che per cantare il soul bisogna necessariamente essere di colore?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti