Giovanni Ferrari

-

La prima puntata è andata! Tra un ospite e l'altro, abbiamo finalmente ascoltato live (la settimana scorsa avevamo dato i voti alle versioni in studio) le prime undici canzoni dei Big in gara a Sanremo 2017. Alcuni brani hanno già conquistato il grande pubblico. Altri, invece, non hanno convinto: per queste ultime canzoni saranno necessari ulteriori ascolti.

I brani meno votati da pubblico a casa e dai giornalisti in Sala Stampa sono stati Ragazzi fuori di Clementino, L'ottava meraviglia di Ron e Fa talmente male di Giusy Ferreri. I tre artisti sono a rischio eliminazione e si esibiranno giovedì sera, ricantando il loro inedito. Gli altri otto cantanti, invece, riproporranno l'inedito durante la quarta serata.

Ecco i voti e i commenti alle esibizioni:

Ermal Meta canta Vietato Morire

Una ballad davvero sentita dal cantante. Vietato Morire è un racconto difficile da esporre, ma l'esibizione è credibile. Porta un'emozione. A parte alcune imprecisioni live. VOTO: 7

Clementino racconta i Ragazzi fuori

Il cantante ha la capacità di narrare la storia di tanti giovani di oggi. Con credibilità. Nonostante il significato del brano, però, la sua esibizione risulta un po' frenata. VOTO: 6

L'ottava meraviglia di Ron funziona

Il trionfo di archi ne L'ottava meraviglia di Ron ci ricorda che è un brano perfetto per Sanremo. Ron è preciso, riesce a equilibrare emozione e tecnica. Un brano apprezzato da tanti. VOTO: 6,5

Samuel canta Vedrai e ci riporta ai Subsonica

Il sound elettronico di Vedrai ci porta dritti al background musicale del frontman dei Subsonica. L'esibizione è precisa al punto giusto. Per gli amanti del genere, una sicurezza. VOTO: 6,5

Al Bano torna indietro nel tempo con Di rose e di spine

Tentativo lirico di Al Bano con il suo brano Di rose e di spine. Purtroppo non riesce a reggere la difficoltà della canzone e crea una situazione di imbarazzo. VOTO: 5

Torna Tiziano Ferro (con Carmen Consoli)

Piccola pausa dalle canzoni in gara. Dopo l'apertura (con il ricordo di Luigi Tenco) torna sul palco dell'Ariston Tiziano Ferro che canta la sua hit Potremmo ritornare. Subito dopo lo raggiunge anche Carmen Consoli: i due interpretano per la prima volta live Il conforto (brano contenuto nell'ultimo disco di Ferro, "Il mestiere della vita")

Alessio Bernabei ci prova con Nel mezzo di un applauso

La canzone di Bernabei ha sonorità pop/dance ed è costruita per entrare subito in testa (e rimanerci). L'interpretazione, però, ha lasciato a desiderare. Forse per l'emozione, ma ci sono state troppe imprecisioni. Vogliamo risentirla live. VOTO: 5,5

Fiorella Mannoia con il suo "inno alla vita"

È la favorita di questo Festival. Che sia benedetta di Fiorella Mannoia riesce a coinvolgere il pubblico in sala. Ha un significato profondo che arriva subito. L'interpretazione di questo brano dai suoni "pop sanremesi" è impeccabile. VOTO: 7,5

La prima volta di Lodovica Comello a Sanremo con Il cielo non mi basta

Lodovica Comello presenta la sua ballad pop. Sulla tecnica non le si può dire (quasi) nulla, ma l'esibizione è piatta, senza emozione. Le si legge negli occhi la paura di finire nel dimenticatoio. VOTO: 4,5

L'esordio di Elodie con Tutta colpa mia

Elodie ha una grande presenza scenica (sarà merito dei tanti serali di Amici?) e la sua esibizione è coinvolgente. Un ottimo debutto sul palco dell'Ariston. La ballad, scritta per lei anche da Emma Marrone, è perfetta per questo contesto. VOTO: 7

Fabrizio Moro emoziona con Portami via

Per Fabrizio Moro la dimensione live conta molto. La sua capacità di interpretazione è preziosa. Con Portami via riesce a coinvolgere il pubblico. VOTO: 6,5

Apre Giusy Ferreri con Fa talmente male

Il brano dai suoni pop/dance che propone la Ferreri è un possibile tormentone. L'esibizione, però, non è per nulla impeccabile. Sarà l'emozione? VOTO: 6

Tiziano Ferro ricorda Luigi Tenco

La vera e propria apertura del Festival è l'esibizione di Tiziano Ferro in Mi sono innamorato di te di Luigi Tenco. Aiutato da un emozionante gioco di luci, il cantante di Latina ha voluto rendere omaggio all'artista scomparso cinquant'anni fa a Sanremo. 

L'intro del Festival

Questo Festival è iniziato con un RVM che ha ricordato numerose canzoni che, nonostante non siano arrivate al primo posto del podio durante la kermesse, hanno comunque avuto un grande successo. 

LEGGI ANCHE IL MEGLIO E IL PEGGIO DELLA PRIMA SERATA

Gli ospiti internazionali:

Si balla con Ricky Martin

Ha esordito con "Ciao Italia, come stai?". Ricky Martin arriva sul palco dell'Ariston e propone i suoi brani più importanti (con tanto di quattro ballerini): Livin' la vida loca, Shake your bon bon, Vente pa ca, La morbidita, La bomba, Maria e Cup of life. Impossibile stare fermi. 

I Clean Bandit ricevono un doppio Disco di Platino

Gli ultimi artisti internazionali della serata sono i Clean Bandit, che cantano il loro successo Rockabye (che è rimasto per tre settimane consecutive alla #1 in Italia). Dopo la loro esibizione Carlo Conti ha consegnato alla band un doppio Disco di Platino per le vendite nel nostro Paese. 


© Riproduzione Riservata

Commenti