Giovanni Ferrari

-

È un dato di fatto: Sanremo è la vetrina più importante per chi fa musica nel nostro Paese. Durante la "settimana santa della musica italiana" tutta Italia si ferma a guardare cosa succede sul palco dell'Ariston (anche i più critici lo fanno, dati auditel alla mano). E come ogni anno non mancano polemiche e curiosità. Ma al centro del grande carrozzone mediatico rimane la musica. Rimangono le canzoni, compagne fedeli (si spera) della nostra vita quotidiana. 

Nel Festival conquistato da Gabbani (e dalla sua inseparabile scimmia) con Occidentali's Karma, infatti, si sono esibiti ventiquattro artisti ma non tutti hanno lasciato il segno nei telespettatori. La maggior parte di loro ha già pubblicato un disco di inediti o un repack di un album già uscito nei mesi precedenti. Altri, invece, stanno terminando la produzione. È il caso del vincitore che uscirà con un nuovo disco in primavera. Stesso discorso per Paola Turci (il suo "Il secondo cuore" uscirà il 31 marzo).

Per capire quali sono gli artisti che stanno continuando a farci compagnia con il loro brano di Sanremo abbiamo incrociato dati differenti. Il primo tra questi riguarda il numero di copie vendute. Se facciamo riferimento agli album degli artisti in gara, l'unico disco che nelle ultime settimane ha raggiunto una certificazione è "Combattente" di Fiorella Mannoia (è arrivato al disco di platino, ossia oltre le 50mila copie vendute, tra fisico e online). L'album (uscito lo scorso 4 novembre) aveva già ricevuto un grande riscontro: durante la kermesse - sommando la versione "originale" e la "Sanremo edition" - la cantante è arrivata a questa nuova certificazione. 

Se invece ci concentriamo sui singoli (e non sui dischi), solamente quattro artisti hanno raggiunto una certificazione. Nella settimana immediatamente successiva al Festival l'unica certificazione assegnata è stato un Disco d'Oro a Francesco Gabbani, che poi ha raggiunto un Disco di Platino dopo pochi giorni. Al Disco d'Oro (oltre 25mila tra download e streaming) sono arrivati solamente Fiorella Mannoia con Che sia benedetta, Michele Bravi con Il diario degli errori e Fabrizio Moro con Portami via. Tutti gli altri artisti? Non pervenuti. 



Per quanto riguarda il mondo delle radio, invece, i dati di EarOne confermano Gabbani al primo posto (ci resterà fino alla sua partecipazione all'Eurovision Song Contest?). Nella classifica di EarOne (che comprende anche brani internazionali) riferita a quest'ultima settimana, sale al quarto posto Samuel con Vedrai e scende alla decima posizione Fiorella Mannoia. Seguono Vietato morire di Ermal Meta, Fatti bella per te di Paola Turci, Tutta colpa mia di Elodie e Il diario degli errori di Michele Bravi.

Andiamo infine a vedere il numero di visualizzazioni dei videoclip ufficiali delle canzoni in gara. Anche in questo caso Occidentali's Karma regna sovrana con 40 milioni e 300mila views. Seguono Fiorella Mannoia con 13 milioni e 400mila views, Ermal Meta con 12 milioni di views, Fabrizio Moro con 10 milioni e 700mila views, Sergio Sylvestre con 8 milioni e 100mila views e Michele Bravi con 7 milioni e 600mila views. L'elenco continua con Elodie (6 milioni e 600mila views), Bianca Atzei (6 milioni e 200mila views) e Paola Turci (3 milioni e 200mila views). I videoclip meno visti? Nesli e Alice Paba (900mila views), Raige e Giulia Luzi (800mila) e Ron (20mila). 

© Riproduzione Riservata

Commenti