Musica

Clementino e Rocco Hunt a Sanremo: e se quest'anno vincesse un rapper?

I due artisti napoletani guidano la classifica delle preferenze sui social network e sorprendono sul palco con le loro esibizioni

DSC0128

Matteo Politanò

-

Il rap a Sanremo si ritaglia uno spazio che fino a oggi era sempre stato tabù. Qualcuno ci aveva già provato in passato, Clementino e Rocco Hunt lo hanno rifatto nel presente. A conferma di come la musica rap stia trovando terreno fertile nella penisola ci sono le esibizioni dei due artisti napoletani che hanno fatto applaudire l'Ariston.

Quando sono lontano di Clementino è stata giudicata come una delle performance più convincenti di inizio Festival e anche Wake up di Rocco Hunt ha ricevuto recensioni molto positive.

La presa dei due rapper sul pubblico è confermata dai dati sui social network: Clementino conta più di un milione di fan su Facebook, Hunt lo segue a ruota con 833mila seguaci. Sono loro i più amati dal popolo del web con Annalisa Scarrone, ex talent di Amici, al terzo posto con 662mila like.

La storia del rap nel Festival di Sanremo

La storia del rap nel festival di Sanremo è costellata di partecipazioni prestigiose e flop in classifica. Fino a pochi anni fa il genere era poco conosciuto al grande pubblico italiano, talmente poco che "Signor tenente" di Giorgio Faletti veniva ritenuto un pezzo rap.

I primi a importare il genere all'Ariston furono Shaggy (che offrì erba ai giornalisti) e a sorpresa Mike Tyson, che improvvisò un freestyle sulle note di New York, New York. Nel 1998, una delle più importanti soul singers italiane, Irene La Medica, partecipò con il brano "Quando lei non c’è".

Lo show più prestigioso resta però quello del 2001 con Eminem e la sua crew, la D12, che si esibirono sul palco di Sanremo mettendo in scena poi un imbarazzo surreale nella conversazione con la presentatrice Raffaella Carrà. Nello stesso anno ci furono i Sottotono, con la canzone Mezze Verità.

Jovanotti, dopo il duo con Vasco nel 1989, si presentò nel 2000 con Cancella il debito mentre nel 2003 scrisse il testo della canzone di Siria che fu accompagnata sul palco da Bassi Maestro in versione dj. Nel 2004 Piotta portò Ladro di te mentre Frankie Hi Nrg torno al Festival nel 2008 con Rivoluzione che fu però totalmente stroncata dalla critica.

Già lo scorso anno Clementino si era esibito con successo nella versione di Il ragazzo della via Gluk con gli Almamegretta e a James Senese. E se il 2016 fosse l'anno giusto per una vittoria? 

© Riproduzione Riservata

Commenti