Musica

Salmo a Milano il 15 dicembre: ecco cosa è successo al "Midnite Tour"

Si chiude un grande anno per il rapper sardo che ha conquistato l'Italia con un progetto musicale d'eccellenza. Troverete qui gli ospiti, la scaletta e tutto quello che c'è da sapere sulla data di chiusura del suo ultimo live ufficiale del 2013 (capodanno escluso)

– Credits: Ufficio Stampa

15 dicembre 2013. Si chiude l'anno con uno dei suoi protagonisti musicali  più acclamati della scena rap, Salmo, dal vivo all'Alcatraz di Milano. No, non siamo saliti sul palco a spaccargli la cassa toracica come gesto di stima prima di uno stage diving con la faccia rivolta verso il pavimento.

No, non eravamo nemmeno quelli che a petto nudo e il cappuccio di lana in testa pogavano sudati e sorridenti come bambini all'ora dell'intervallo spaccandosi le ossa. Da osservatori ci siamo detti che concerti così, tra gli italiani più blasonati, non se ne vedono da tempo. Quindi, per il futuro dei live in questo Paese, c'è ancora speranza.

Il «Midnite Tour» che si è chiuso con un sostanziale sold out. Un live realizzato e vissuto all'insegna del divertimento. Uno dei segreti era l'impatto della band, insolita presenza in un concerto hip hop, nella formazione che oltre al DJ Slait (in formissima) portava on stage Marco Manueddu al basso, Claudio Cossu alla chitarra e Gabriele Deiana alla batteria. Ed è subito evento rock, ma di quelli veri.

Potremmo spendere molte parole e non le spenderemo, su come Maurizio Pisciottu sia riuscito senza tv, senza sponsor, senza radio, senza arrangiamenti commerciali e con un atteggiamento volontariamente schivo verso l'esposizione mediatica a portare nelle nostre case con il suo ultimo lavoro discografico uno dei 30 album più venduti dell'anno.  

Il motivo sta tutto dentro quell'ora e mezza di concerto dove in 20 brani ha raccontato che esiste un rap esplosivo che non si piega sul proprio ego, in cui le parole possono venire da tutta la cultura e non solo da quella popolare. Dove si può parlare di attualità senza appesantire i testi. E d'amore quando meno te lo aspetti.

Una grande festa, ripresa da telecamere (per un dvd?) che ha visto in apertura gli annunciati Madman, quel carro armato di talento che è Nitro, Jake The Smoker, Gemitaiz, El Raton e En?gma, grande performer e energica presenza sul palco. Abbiamo visto anche i Dope D.O.D, trio rap olandese che questa estate ha lanciato con Salmo (e da pochissimi giorni, in videoclip) "Blood Shake".

Il pubblico c'è, è vivo, presente da sotto il palco fino al fondo della sala, dal minuto uno alla fine del live. Salmo, durante il concerto, li avrà dovuti incitare a fare casino non più di tre volte. Se è vero che ogni artista ha il pubblico che si sceglie e si merita, bhé, qui lui ha fatto un lavoro di selezione straordinario.

La gestione del suo progetto che lo rende ancora del tutto indipendente è la strada giusta percorsa finora. Rimanere underground ma con i numeri del mainstream, ha tutelato il suo lavoro sotto ogni aspetto. Dallo studio di registrazione fino al palco, è nelle condizioni di fare esattamente ciò che vuole. E quando lo vedi a visto scoperto davanti alla sua gente non pensi più ai teschi, alle atmosfere horror dei videoclip che fanno sembrare tutto una grande provocazione, ma alla genuinità e alla grande professionalità del suo lavoro.

«La prima volta che ho suonato qui, all'Alcatraz, è stato per un evento di Hip Hop Tv. Sognavo di suonare con un mio live di fronte a tutta questa gente. Grazie ai miei fratelli di sempre, gli ospiti e grazie a voi», ha detto. Dopo un anno come questo, il 2014 sarà di pausa, ma ha promesso qualche novità entro la fine dell'anno. E siamo certi che il suo pubblico di matti e irriducibili sarà ancora lì ad aspettarlo.

La scaletta

Russell Crowe
Old Boy
Street Drive In 
Il Pentacolo
Space Invaders + Redneck (con Nitro)
Rob Zombie
The Island (con En?gma e El Raton)
Back On The Track / L.Fast & D. Young / Yoko Ono
Killer Game (con Gemitaiz & Madman)
Nella pancia dello squalo / Skit / L'erba di Grace
Death Usb
Blood Shake feat Dope D.O.D
Un Dio personale
Weishaupt
Stupido gioco del rap
Faraway

© Riproduzione Riservata

Commenti