Gianni Poglio

-

Era l'8 dicembre del 1967 quando i Rolling Stones pubblicarono Their Satanic Majesties Request, il disco più controverso e bizzarro della loro storia, l'album in cui gli Stones misero da parte la loro potente attitudine blues rock. Ovviamente, quelle canzoni così inusuali furono uno shock sonoro per chi li aveva apprezzati nei dischi precedenti.

Their Satanic Majesties Request era un concentrato di psichedelia e visioni lisergiche con qualche riferimento al folk americano delle origini. Una delle ipotesi per questo cambio improvviso di sonorità fu senz'altro l'uscita di Sgt. Pepper's dei Beatles, un disco leggendario, intriso di suggestioni della Summer Of Love.

Their Satanic scalò le classifiche inglesi e americane nella prima settimana, ma poi scomparve dalle charts rapidamente e inesorabilmente diventando il più famoso flop degli Stones. Flop commerciale ma non artistico, pensiamo noi.

Per decenni il disco venne considerato un clamoroso passo falso da dimenticare, ma nell'ultimo ventennio i brani di quell'album sono stati riascoltati e rivalutati (per celebrare in cinquantesimo anniversario è uscita una deluxe edition) da musicisti e critici di tutto il mondo. 

Per questi vi consigliamo di ascoltarlo o riascoltarlo perché Their Satanic Majesties Request  è in realtà un gran disco che fotografo lo spirito di quegli anni. Quel che lo rende anomalo è il nome Rolling Stones stampato sulla cover abbinato a un sound psichedelico e visionario.

Ma, detto questo, c'è più buona musica nelle tracce di questo disco che nella stragrande maggioranza degli album degli Stones targati anni 80.

Nel 1979 i Kiss inserirono nell'album Dynasty una cover di 2.000 Man, mentre i Damned, storica punk band inglese, risuonarono Citadel

I cinque brani cult di Their Stanic Majesties Request: Sing this all together, 2,000 Man, In another Land, On with the show, 2.000 light years from home. 

La recensione del concerto degli Stones a Lucca 


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rolling Stones: lo spirito del blues rivive in Blue & Lonesome - Recensione

Un disco old style realizzato in tre giorni a Londra. Tra gli ospiti, Eric Clapton, presente in due brani. Imperdibile

Rolling Stones: 52 anni ricchi di “Satisfaction”

Il 6 giugno 1965 usciva negli Usa una delle più importanti canzoni della storia del rock. Ecco come è nata

Commenti