Gabriele Antonucci

-

Tutto pronto al Mediolanum Forum di Assago, dove stasera debutterà il tour italiano di Roger Waters, che suonerà qui anche il 18 aprile, per poi sbarcare all’Unipol Arena di Bologna per quattro date, il 21, 22,24 e 25 aprile.

La geniale mente dei Pink Floyd, dopo il tour indoor di aprile, si esibirà anche quest'estate in due eventi straordinari al Lucca Summer Festival (11 luglio), presso le Mura Storiche, e al Circo Massimo di Roma (14 luglio), nell'ambito del festival "Rock in Roma", con un nuovo, spettacolare allestimento.

Le leggendarie performance live di Waters sono rinomate per le immersive esperienze sensoriali con una produzione audiovisiva e un sonoro da mozzare il fiato.

Il tour Us + Them

Il tour di Us + Them ha conquistato critiche entusiasmanti – la scaletta è stata definita “spettacolare” e la produzione “sbalorditiva”.

Il titolo del tour prende spunto dall'emozionante brano del 1974 Us And Them, uno dei tanti capolavori contenuti nel leggendario The Dark Side of the Moon del 1973, album che ha venduto oltre 45 milioni di copie.

Roger Waters – Us + Them segna il ritorno di Waters in Europa dai tempi di The Wall Live (2010-2013), il suo tour mondiale sold-out che è stato visto da oltre 4 milioni di fan globalmente in 219 spettacoli e che rimane il tour col più alto incasso nella storia per un artista solista.

Waters, anche al di fuori dei Pink Floyd, ha realizzato brani e album di grande qualità, senza riuscire, però, a eguagliare le vette artistiche degli anni Settanta.

L'ultimo album "Is This the Life We Really Want?"

I suoi fan hanno accolto positivamente il quinto album solista del co-fondatore e principale autore dell’iconica band inglese, Is This the Life We Really Want? , uscito lo scorso giugno, a 25 anni di distanza dal precedente Amused to death.

Smell the roses, Deja Vu e The last refugee sono stati i primi tre estratti dell’atteso album, descritto dallo stesso Waters come «una dura presa di posizione nei confronti del mondo contemporaneo e di quest’epoca confusa».

Dell'album, il cui artwork è stato accusato in un primo momento di plagio dalle opere di Emilio Isgrò, colpisce l'attenzione ai dettagli, ai particolari, ai suoni, ai rumori e alle voci (ce ne sono molte sparpagliate nel disco, inclusa quella di Donald Trump, lo spettro che aleggia lungo le dodici tracce).

Ingiustizie, razzismo, politici senza cervello e leader bugiardi: sono questi i temi di un artista che non ha ancora perso la voglia e il gusto di indignarsi ad alta voce.

Vediamo insieme le canzoni che Waters eseguirà a Milano e a Bologna, con diversi brani tratti dal repertorio floydiano, in particolare da The Wall e Animals.

La scaletta di Roger Waters a Milano e Bologna

Breathe (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
One of These Days (da Meddle dei Pink Floyd, 1971)
Time (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Breathe (Reprise) (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
The Great Gig in the Sky (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Welcome to the Machine (da Wish You Were Here dei Pink Floyd, 1975)
Déjà Vu (da Is This the Life Really Want? di Roger Waters, 2017)
The Last Refugee (da Is This the Life Really Want? di Roger Waters, 2017)
Picture That (da Is This the Life Really Want? di Roger Waters, 2017)
Wish You Were Here (da Wish You Were Here dei Pink Floyd, 1975)
The Happiest Days of Our Lives (da The Wall dei Pink Floyd, 1979)
Another Brick in the Wall Part 2 (da The Wall dei Pink Floyd, 1979)
Another Brick in the Wall Part 3 (da The Wall dei Pink Floyd, 1979)
Dogs (da Animals dei Pink Floyd, 1977)
Pigs (Three Different Ones) (da Animals dei Pink Floyd, 1977)
Money (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Us and Them (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Smell the Roses (da Is This the Life Really Want? di Roger Waters, 2017)
Brain Damage (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Eclipse (da The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, 1973)
Mother (da The Wall dei Pink Floyd, 1979)
Comfortably Numb (da The Wall dei Pink Floyd, 1979)

© Riproduzione Riservata

Commenti