Musica

Rock and Roll Hall of Fame: entrano i Def Leppard, ma non gli Iron Maiden...

L'ingresso nella hall of fame della band di Hysteria mette ancora più in evidenza l'assenza dei Maiden. Per non parlare dei Motorhead...

Def Leppard among Rock and Roll Hall Of Fame inductees for 2019

Gianni Poglio

-

Il 29 marzo i Def Leppard faranno il loro ingresso nella Rock and Roll Hall of Fame. Lo faranno forti di una valanga di voti (oltre mezzo milione) ricevuti dalla giuria popolare e forti del fatto che sono stati una delle band di punta della New Wave Of British Metal (si sono formati nel 1977 a Sheffield), prima di diventare il gruppo simbolo dell'arena rock a stelle e strisce. 

I brani cult della loro carriera sono contenuti nei due dischi best seller, Pyromania e Hysteria, album da decine di milioni di copie caratterizzati appunto da singoli fortissimi come Photograph, Foolin', Rock of Ages, Animal, Love bites, Pour some sugar on me.

Meno popolari ma altrettanto fondamentali nell'evoluzione della band, i primi due album On Through The Night e High'n'Dry. Il loro ultimo grande successo risale al 1992 con il disco Adrenalize arrivato al primo posto sia in America sia in Inghilterra un attimo prima della rivoluzione grunge che avrebbe spazzato via tutte le hair metal band di quel periodo.  

Quindi, bene per i Def Leppard che con cinque album significativi usciti più di vent'anni fa si guadagnano il loro posto nella Hall of Fame del rock.

Ma davanti alla loro presenza è impossibile non notare l'assenza degli Iron Maiden (e dei Judas Priest), che ancora oggi registrano sold out clamorosi in tutto il mondo. The book of souls, l'album dei Maiden uscito nel 2015 è entrato nelle top ten mondiali, spesso esordendo direttamente al primo posto (in Inghilterra e Germania, giusto per fare due esempi).

Il tour successivo al disco ha totalizzato oltre cento milioni di dollari al botteghino in 117 date. Numeri che dicono meglio di qualsiasi parola quanto sia ancora forte e diffusa su scala planetaria la popolarità del gruppo. E quanto sia incomprensibile e miope la mancata inclusione nella Rock and Roll Hall of Fame. 

Un discorso a parte meritano i Motorhead. Il fatto che la band di Lemmy non sia mai stata introdotta oltre che scandaloso è un insulto al rock and roll. Per i Motorhead, citati come ispirazione da decine di band, la questione non è strettamente connessa ai milioni di copie vendute o ai tour sold out, ma piuttosto all'approccio e all'attitudine del gruppo. E del suo leader, Lemmy, un gigante del rock, che adesso non è più tra noi, ma che il rock and roll non lo ha solo suonato. Lui lo ha vissuto. Fino alla fine. 

© Riproduzione Riservata

Commenti