Gabriele Antonucci

-

Chissà in quanti avrebbero scommesso, nel 1990, su quel sedicenne dinoccolato e un po' discolo, con il ciuffo da bravo ragazzo, una voce ancora immatura e dalla simpatia contagiosa. Ventisei anni fa è inziata l'epopea dei Take That, di cui Robbie è stato uno dei membri cardine, una delle boy band di maggior successo degli anni Novanta che ancora oggi richiamata migliaia di fan nei loro concerti in giro per il mondo.

Uscire da una macchina da soldi come quelle dei Take That per intrapredere una rischiosa carriera solista è stato un atto certamente coraggioso da parte del cantante, ma gli ottimi risultati confermano la bontà dela scelta di correre da solo.

Oggi Robbie Williams, che ha 42 anni ed è diventato da poco papà, è un artista e un uomo in pace con se stesso, dopo che i ben noti problemi di droga e di depressione hanno minato alcune fasi della carriera, caratterizzata da brusche cadute e da clamorosi successi.

Williams è un entertainer con i fiocchi, in grado di coinvolgere ed  emozionare come pochi frontman sono in grado di fare un pubblico assai trasversale per età e per gusti.

Williams, nel corso di un fortunato concerto alla O2 di Londra per la Apple, ha annunciato l’uscita, il 4 novembre, del nuovo album Heavy entertainment show, il primo per la Sony Music dopo gli 8 lavori pubblicati dalla Emi e gli ultimi 2 per la Universal, disponibile in versione cd, lp e deluxe cd/dvd.

L’album, costruito intorno al concept del light entertainment della televisione del passato,  avrà una pletora di ospiti illustri come Ed Sheeran, John Grant, Rufus Wainwright, Brandon Flowers, Stuart Price, oltre ai  “cameo” dall’Aldilà di Serge Gainsbourg e Sergej Sergeevič Prokof'ev, campionato nel primo singolo "Party Like a Russian", di cui qui sotto potete vedere il video.

Ecco la tracklist di Heavy entertainment show, uno dei dischi più attesi di fine 2016.

"Heavy entertainment show"

"Party like a russian"

"Mixed signals"

"Love my life"

"Motherfucker"

"Bruce Lee"

"Sensitive"

"David's song"

"Pretty woman"

"Hotel crazy" (feat. Rufus Wainwright)

"Sensational"

"When you know" (deluxe)

"Time on Earth" (deluxe)

"I don't want to hurt you" (con John Grant, deluxe)

"Best intentions" (deluxe)

"Marry me" (deluxe)

© Riproduzione Riservata

Commenti