Ricette Rock: scaloppine con mandorle alla Rob Halford

Una delizia dedicata al vocalist dei Judas Priest

Rob Halford dei Judas Priest – Credits: Getty Images

Andrea Bariselli

-

Questa è una ricetta che nasce in tutt'altro modo per essere leggera e vegetariana. Infatti, la prima volta che l'ho realizzata le scaloppine erano di Seitan . Visto il risultato davvero ottimo ho pensato che sarebbe stato sublime replicare della sana "carnazza" e cosi il giorno dopo ho ripetuto il tutto utilizzando lonza di maiale. Risultato? Lonza 3 Seitan 0. 
Ad oggi non avevo ancora dedicato nulla all'unico e vero Re del Metallo: Mister Rob Halford che oltre ad avermi intrattenuto per il mio addio al nubilato (in concerto, cosa avevate pensato???) è da qualche anno il mio cantante metal preferito, così come i Judas Priest sono il mio gruppo preferito degli ultimi tempi.

Ingredienti (per 2 persone):

400 gr. di lonza di maiale ( Seitan  se volete fare la versione vegetariana)
10 mandorle
salsa di soia (con un pò di Wasabi sciolto dentro)
1/2 Bicchiere di vino Bianco
Olio EVO
Farina

Preparazione:

Infarinate una per una le fettine (Lonza o Seitan), fate scaldare un pò di olio in un'ampia padella antiaderente e scottate le scaloppine un paio di minuti per lato.
Aggiungete il vino, lasciatelo sfumare e a seguire un bel giro di salsa di soia al wasabi.
Il liquido man mano si addenserà: toglietelo dal fuoco quando inizierà a formarsi una crema (dovete tenere conto che una volta tolta dal fuoco questa si addenserà ulteriormente, quindi concludete la cottura quando la cremina è ancora un po’ liquida), aggiungete le mandorle che avevate precedentemente fatto a pezzettini grossolanamente con il pestacarne.
Lasciate ancora un minuto sul fuoco, aggiungete sale, se serve, ( fatelo alla fine perchè la salsa di soia è molto saporita) e poi servite.

© Riproduzione Riservata

Commenti