Ricette Rock: fettuccine El Diablo

Un capolavoro culinario ispirato ai Litfiba. Enjoy!

Ghigo Renzulli e Piero Pelù (foto Roberto Giussani per Moltimedia.it)

Andrea Bariselli

-

Le fettuccine El Diablo, Piero Pelù, i Litfiba. Nella mia esistenza musicale ho incontrato Piero Pelù e i Litfiba in diverse occasioni e ogni volta per puro caso. Agli albori della mia storia da musicante in quel di Firenze, abitavo ad un portone dallo studio dell'allora I.R.A. records (casa produttrice dei primi lavori di Litfiba, Diaframma) e praticamente facevo colazione un giorno si e uno no con qualcuno di loro. Qualche anno dopo sempre a Firenze al centro sociale l'Indiano c'erano i White Zombie di Rob Zombie e  li avevo di fianco. Dopo tanti anni suonati e vissuti da band decisero di separarsi e Ghigo Renzulli mantenne il nome Litfiba e me lo ritrovai come headliner ad uno pseudo festival a Roma in un locale che se non ricordo male di chiamava ALBATROS o forse ALCATRAZ probabilmente ALPHEUS... senza Piero... una tragedia.

L'ultimo album dei riformati Litfiba è Trilogia 1983-1989, Live 2013 che immortala tutta l’energia delle due storiche date del 30 e 31 gennaio all’Alcatraz dove i Litfiba hanno fatto rivivere il repertorio e il sound della celeberrima Trilogia del potere. Piero Pelù e Ghigo Renzulli sono tornati sul palco con i componenti storici della band Gianni Maroccolo al basso e Antonio Aiazzi alle tastiere, oltre alla new entry Luca Martelli, alla batteria.

Ma torniamo ad allora. Piero, aveva intrapreso la carriera solista e l'iter da seguire era quello più mainstream Lo incontrai nella tappa di Napoli del Festivalbar. Eravamo in un hotel molto bello e famoso che s'affacciava sul mare e sulla passeggiata della via Partenope.. Alle 2 del mattino al bar dell'hotel, una lunga chiaccherata tra Rockers, tra vecchi amici che in realtà manco si conoscevano. Oggi lo rivedo in Tv in uno dei nuovi contenitori musicali alla ricerca di nuovi talenti da triturare e risputare privati dei loro sogni a fare quello che sa fare meglio: il diabolico Pelù, el Diablo. Non ha mai cambito una virgola del suo personaggio nè quando prendeva il cappuccino al bar di Via Luca Landucci alla fine degli anni 80, durante le sue performance soliste del nuovo millennio e neanche ora approdato al grande schermo a giudicare i nuovi talenti al buio. Semplicemente diabolico e a me piace molto.

In cucina El Diablo è il PEPERONCINO e in Italia è buono e abbondante (vedi www.ricetterock.com )

Ecco le Fettuccine El Diablo

Ingredienti per 4 persone:

400 gr. fettuccine all'uovo
140 gr. salame piccante
300 ml. panna da cucina
2 spicchio d'aglio
2 cucchiai di curcuma
4 uova
6 cucchiai caciocavallo grattugiato
peperoncino a piacere

Preparazione:
Soffriggere l'aglio tritato in poco olio d'oliva, quindi aggiungere  la panna e fare restringere per qualche minuto.
Unire il salame tagliato a pezzetti e la curcuma.
Nel frattempo dopo aver fatto bollire e aver salato l'acqua, cuocere le fettuccine normalmente.
Sbattere le uova con il formaggio grattugiato e un pizzico di sale, scolare bene la pasta e aggiungerla alla ciotola con le uova e il formaggio.
Mescolare, quindi unire il tutto al "sughetto" preparato in precedenza  e far ritirare il tutto fino alla consistenza desiderata.
Io la tengo sul fuoco per circa un minuto perchè mi piace molto liquida.
Spolverata di Peperoncino per chi non bastasse il piccante del salame e via in tavola...
Vino bianco fresco o birra ghiacciata a piacere

© Riproduzione Riservata

Commenti