Sciopero sospeso: va in scena l'Ernani all'Opera di Roma

Il dramma lirico di Giuseppe Verdi sarà diretto da Riccardo Muti

Riccardo Muti

Riccardo Muti – Credits: Getty Images

Nazzareno Carusi

-

- Aggiornamento delle 8,45, martedì 26 novembre: i sindacati del Teatro dell'Opera di Roma hanno sospeso lo sciopero. Il 27 novembre andrà quindi in scena L'Ernani di Giuseppe Verdi diretto da Riccardo Muti.

Di seguito, l'articolo che presenta l'evento inaugurale della stagione 2013-2014.

La prima dell'Ernani, dramma lirico in quattro parti, opera che più di belcanto non si pensa, si diede al Teatro La Fenice di Venezia il 9 marzo del 1844 . Il libretto di Francesco Maria Piave è tratto dall'Hernani di Victor Hugo e la vicenda si svolge in Spagna nell'anno 1519.

Riassume così la trama Armando Torno, nel catalogo d'opere verdiane in appendice al patriotticissimo libro di Riccardo Muti Verdi, l'italiano (Rizzoli, 2012): “Don Giovanni d'Aragona, nelle vesti di Ernani, guida una rivolta contro Carlo, il re di Spagna. È innamorato di Elvira, promessa al vecchio zio de Silva, ma lo è anche Carlo. Fra alterne vicende, Carlo diviene imperatore e decreta il matrimonio tra Elvira ed Ernani, il quale, però, per tener fede alla parola data in precedenza a de Silva, nell'udire tre suoni di corno, si toglie la vita”.

Domani 27 novembre, diretto dalla bacchetta veneranda del Maestro Muti, l'Ernani inaugurerà la stagione 2013-2014 del Teatro dell'Opera di Roma  

Detto per inciso: in mano a Muti l'orchestra dell'Opera di Roma è diventata raggiante e ha riacquistato un futuro: si fermino dunque le smenate politico-sindacali e si suoni. Punto.

Il gran tenore Francesco Meli sosterrà il ruolo del protagonista e avrà una schiera di colleghi stellati, a cominciare da Luca Salsi (Carlo), Ildar Abdrazakov e Ildebrando D'Arcangelo (che s'alterneranno come de Silva), Tatiana Serjan e Anna Pirozzi (Elvira). La regia è di Hugo de Ana e la coproduzione, del tutto nuova, è realizzata insieme all'Opera House di Sydney. Repliche il 29 e nei giorni 1, 3, 10, 12 e 14 dicembre.

Twitter @NazzarenoCarusi

© Riproduzione Riservata

Commenti