Renato Zero: ascoltare 'Chiedi di me' è difficile, però poi si balla!

Riecco il leone! Ci siamo letteralmente "piantati" di fronte alla radio per ascoltare il nuovo singolo che anticipa Amo - Capitolo I e  i concerti al Palalottomatica di Roma

Alessandro Alicandri

-

Sarà molto difficile (ma non impossibile) ascoltare "Chiedi di me" di Renato Zero, il nuovo singolo che dall'1 marzo 2013 anticipa "Amo - Capitolo I", il nuovo album di inediti, il più atteso dell'artista dopo anni di attesa di inediti da parte di tutti i sorcini italiani e nel mondo.

Noi abbiamo fatto quello che hanno fatto molti dei più appassionati fan, "attaccarci" alla radio per ascoltare il pezzo, l'unico modo per poterlo ascoltare oggi.

Su iTunes, dove l'album in uscita il prossimo 12 marzo, non è attualmente disponibile per l'acquisto come singolo. Non si trova on line, nemmeno in ascolto su Youtube. Dopo un paio d'ore la nostra fatica è stata ripagata da un primo ascolto che ci ha stupito.

"Chiedi di me" è un brano in esplicito stile anni '70, una miscela di dance e orchestrale. È un messaggio d'amore attuale che omaggia chi lo conosce meglio da sempre, chi lo ascolta e lo ama.

Il testo del brano sembra quasi una lettera di ringraziamento ma anche di lontananza dal bigottismo, dal pregiudizio, chi sulla sua carriera aveva solo da porsi una domanda. Una domanda che non aveva niente a che vedere con la musica e con il suo talento.

È un passo atteso questo, un passo in avanti. Ha rispolverato con questo brano quelle emozioni che aveva allontanato negli anni '90 con la sua svolta meno colorata, più intimista. E in questo 2013 dove il mondo cade a pezzi, ci voleva!

Lo ritroviamo, a 62 anni solo anagrafici, in ottima forma, ponendo a raccolta tutte le sue energie per un progetto che si annuncia di nuova rinascita. Nessuno ne resterà deluso. È dal 2009 (quindi quattro anni) che aspettavamo questo tipo di ritorno, in attesa del mese di date in partenza il 27 aprile al Palalottomatica di Roma.

"Quindi se puoi non deludermi mai, osa di più, falli tremare". Sarà un terremoto.

© Riproduzione Riservata

Commenti