Gabriele Antonucci

-

L’incontro tra la sensualità del funk, il calore del soul e l’irruenza del rock, oltre a una impareggiabile genialità compositiva e a una straordinaria tecnica come polistrumentista, sono solo alcuni degli ingredienti dell’inconfondibile sound di Prince, morto tre anni fa, il 21 aprile 2016.

Mentre gli anni Ottanta erano dominati da artisti rassicuranti, impeccabili e vagamente dandy, Prince sembrava un inquietante mix dei suoi eroi del passato: si vestiva come Jimi Hendrix, aveva i baffi di Little Richard e ballava come James Brown, ma al ritmo dell'amata drum machine Linn, collegando idealmente la tradizione del funk e del rock con il suono del futuro.

Il suo primo grande successo commerciale è il doppio album 1999 del 1982, in cui Prince suona nell'album ogni strumento possibile e immaginabile, dando prova delle sue straordinarie doti tecniche.

Il 29 novembre il disco sarà ripubblicato in una nuova edizione rimasterizzata e ampliata, disponibile in cinque formati: CD singolo, due LP, la “Deluxe Edition” in due CD o quattro LP e una ambitissima Super-Deluxe che contiene cinque CD e un DVD (o 10 LP e un DVD) con 35 tracce audio inedite, un album dal vivo di un late-night concert tenuto a Detroit il 30 novembre 1982 il video di un concerto al Summit di Houston del 29 dicembre 1982.

L’edizione Super Deluxe contiene anche note di copertina di David Fricke di Rolling Stone, del bassista dei Guns N ‘Roses Duff McKagan, del conduttore radiofonico Andrea Swensson e della studiosa di Prince Duane Tudahl, oltre al booklet con i testi scritti a mano dal genio di Minneapolis e rare foto di Allen Beaulieu.

"Non volevo produrre un doppio album -ha rivelato Prince- ma non la finivo di scrivere. Naturalmente, scartare qualcosa non è mai stato il mio forte".

Non c'è nulla da scartare, però, in 1999, con una netta divisione tra il primo lato in perfetto equilibrio tra rock e funk e il secondo più ballabile e sensuale.

Let's pretend we're married, Little Red Corvette e Delirious sono tre canzoni in grado di far capitolare qualunque donna, tra le più sexy mai prodotte dai tempi di Let's get it on di Marvin Gaye.

Ecco la tracklist completa dell'edizione Super Deluxe di 1999.

Disc 1 – 1999 Remastered Album

01. 1999
02. Little Red Corvette
03. Delirious
04. Let’s Pretend We’re Married
05. D.M.S.R.
06. Automatic
07. Something In The Water (Does Not Compute)
08. Free
09. Lady Cab Driver
10. All The Critics Love U In New York
11. International Lover

Disc 2 – Promo Mixes & B-Sides

01. 1999 (7″ stereo edit)
02. 1999 (7″ mono promo-only edit)
03. Free (promo-only edit)
04. How Come You Don’t Call Me Anymore (“1999″ b-side)
05. Little Red Corvette (7″ edit)
06. All The Critics Love U In New York (7” edit)
07. Lady Cab Driver (7″ edit)
08. Little Red Corvette (Dance Remix promo-only edit)
09. Little Red Corvette (Special Dance Mix)
10. Delirious (7” edit)
11. Horny Toad (“Delirious” b-side)
12. Automatic (7″ edit)
13. Automatic (video version)
14. Let’s Pretend We’re Married (7″ edit)
15. Let’s Pretend We’re Married (7″ mono promo-only edit)
16. Irresistible Bitch (“Let’s Pretend We’re Married” b-side)
17. Let’s Pretend We’re Married (video version)
18. D.M.S.R. (edit)

Disc 3 – Vault, Part 1

01. Feel U Up
02. Irresistible Bitch
03. Money Don’t Grow On Trees
04. Vagina
05. Rearrange
06. Bold Generation
07. Colleen
08. International Lover (Take 1, live in studio)
09. Turn It Up
10. You’re All I Want
11. Something In The Water (Does Not Compute) (Original Version)
12. If It’ll Make U Happy
13. How Come U Don’t Call Me Anymore? (Take 2, live in studio)

Disc 4 – Vault, Part 2

1 Possessed (1982 version)
2 Delirious (full length)
3 Purple Music
4 Yah, You Know
5 Moonbeam Levels **
6 No Call U
7 Can’t Stop This Feeling I Got
8 Do Yourself A Favor
9 Don’t Let Him Fool Ya
10 Teacher, Teacher
11 Lady Cab Driver / I Wanna Be Your Lover / Head / Little Red Corvette (tour demo)

Disc 5 – Live In Detroit – November 30, 1982 (Midnight Show)

01. Controversy
02. Let’s Work
03. Little Red Corvette
04. Do Me, Baby
05. Head
06. Uptown
07. Interlude
08. How Come U Don’t Call Me Anymore?
09. Automatic
10. International Lover
11. 1999
12. D.M.S.R.

DVD: Live In Houston – December 29, 1982

01. Controversy
02. Let’s Work
03. Do Me, Baby
04. D.M.S.R.
05. Interlude – piano improvisation (contains elements of “With You”)
06. How Come U Don’t Call Me Anymore?
07. Lady Cab Driver
08. Automatic
09. International Lover
10. 1999
11. Head (contains elements of “Sexuality”)

© Riproduzione Riservata

Commenti