Placebo in concerto all'Arena di Verona il 20 maggio

La band capitanata da Brian Molko proporrà vent'anni di successi nell'unica data italiana del tour

Brian Molko

Brian Molko – Credits: Getty Images

Gabriele Antonucci

-

Nella variegata e tumultuosa galassia dell’alternative rock c’è una stella che, da diciannove anni, non smette di brillare: quella dei Placebo.

Il gruppo, dopo il successo dei concerti di Roma e di Milano della scorsa estate, si esibirà in data unica il 20 maggio in una location mozzafiato come l’Arena di Verona. I  biglietti saranno in vendita dalle ore 10 del 12 febbraio su www.livenation.it e tramite il circuito TicketOne.

Il trio formato da Brian Molko, Stefan Olsdal  e dal nuovo batterista Matt Lunn,  ex Colour of Fire,  spazia con disinvoltura dal britpop al post-grunge, per arrivare al  punk rock e a contaminazioni elettroniche più evidenti negli ultimi album. Come un camaleonte che muta pelle per adattarsi all’ambiente circostante, anche la band inglese è in costante trasformazione, tanto che è ardua impresa catalogare la loro musica nelle rassicuranti categorie tradizionali.

Da un punto di vista stilistico, i Placebo alternano brani aggressivi e tirati, con un uso abbondante di chitarre distorte e di elettronica, a ballads leggere e romantiche, attraversate da dolci arpeggi di chitarra e da tastiere anni Ottanta.

Una musica che ha la sua dimensione ideale nelle grandi arene all’aperto, esaltata dalle qualità istrioniche di Molko che, da autentico frontman, sa come accendere il pubblico e come tenere alta la tensione per quasi due ore. Il cantante è celebre per la sua particolarissima voce, dolce o aspra a seconda dei brani, e per il suo singolare look, che si ispira ai travestimenti di David Bowie del periodo Ziggy Stardust e al trucco marcato di Robert Smith dei Cure, i suoi idoli musicali.

L’effetto Placebo indica in medicina l’effetto positivo di una sostanza che, pur non contenendo alcun principio attivo, aiuta comunque il paziente, che crede di assumere un farmaco efficace. Il nome è stato scelto dall’androgino Brian Molko perchè voleva che la musica del gruppo da lui capitanato fosse  «qualcosa che tu credi ti faccia sentire meglio».

Una buona notizia, infine, per i loro fan: per la prima volta l’intero catalogo dei Placebo sarà disponibile su servizi streaming in tutto il mondo. Da lunedì 16 febbraio, nel corso di una settimana, la band pubblicherà un album ogni giorno. Verranno inoltre ripubblicati i primi cinque album in studio della band, su vinile rimasterizzato, a partire dal 18 aprile, giorno del Record Store Day, con la pubblicazione dell’eponimo album.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Grammy Awards 2015: tutti i vincitori

La notte dello Staples Center ha decretato Sam Smith e Beck come i trionfatori dell'edizione numero 57 degli Oscar della musica

Commenti