Paul Simon esce Over the bridge of time, il greatest hits

Una compilation dei migliori venti brani e un cofanetto che fa la storia del mitico musicista

Over the Bridge of Time: A Paul Simon Retrospective (1964 – 2011), in uscita per Sony Music

Micol De Pas

-

Ci sono suoni che risultano inequivocabili. Precisi, unici. Capaci di richiamare, in un solo  accordo, un mondo intero. E quelli di Paul Simon appartengono a questa categoria. Dalle sue canzoni storiche, in cui duettava con Art Garfunkel, a cominciare dal mitico concerto a Central Park che li ha consacrati al mito  con The Sound of Silence, la colonna sonora di intere generazioni, Mrs Robinsons e America. Poi il lavoro da solo, con quel disco che ha scandito il ritmo della seconda metà degli anni’80, Graceland: tribale, britpop, rock in un colpo solo. Così innovativo per quegli anni da essere ricevuto come capolavoro: 5 volte platino e disco dell’anno ai Grammy Awards. Frutto della prima collaborazione con il gruppo Sud Africano Ladysmith Black Mambazo, è stato fonte di ispirazione anche per altre sperimentazioni, tra reggae, la worldbeat, la musica latina, il Cajun/zydeco, che poi confluirono in The Rhythm of the Saints, pubblicato nel 1990, anche questo Album dell’Anno che valse a Simon il titolo di Miglior Produttore. D’altra parte, faceva duo nientemeno che con Milton Nascimento in qualità di autore e cantante in Spirit Voices.

Poi il musical The Capeman, realizzato per Broadway durante la quasi totalità dei '90 e, nella decade successiva, un nuovo album, You’re the One, con cui ha saputo coinvolgere nuove generazioni.

Ma non basta: Mr Simon vanta anche un altro primato: esser l’unico artista con album nominati in questa categoria consecutivamente  nelle decadi dei ‘60,’70, ‘80, ’90, 2000.

Nel 2011, Simon pubblica So Beautiful or So What (con la coanzone Love And Hard Times) ottenendo una totale ovazione da parte della critica. E considerato uno dei migliori album della sua lunga carriera, riceve 4 stelle da Rolling Stone mentre il Los Angeles Times titola «So Beautiful or So What, tra Afropop ed il folk americano, riesce a raggiungere i picchi più brillanti della leggendaria carriera di Paul Simon».

Per scoprirlo e riascoltarlo, escono due nuove edizioni. Over the Bridge of Time: A Paul Simon Retrospective (1964 – 2011) è una raccolta di 20 brani, tra cui, per la prima volta su cd le grandi hit con Garfunkel; The Complete Allbums Collection, discografia completa dal 1960 al 2010 con 37 bonus tracks, è invece un box da collezione, entrambi per Sony Music.

© Riproduzione Riservata

Commenti