Paolo Nutini, esce "Caustic love": la recensione

Soul, funky e tanto talento nel nuovo disco del cantante italo scozzese

Paolo Nutini

Paolo Nutini – Credits: Ufficio stampa Warner

Gianni Poglio

-

Da giovane debuttante di talento a maturo soul man. In cinque anni Paolo Nutini ha cambiato pelle. Una mutazione evdente nelle tracce di Caustic Love, disco pregevole, ispirato ai suoni della leggendaria Motown e dell'altrettanto epica Stax Records, la casa dell'american southern soul music.

Paolo Nutini sa essere piacevolmente vintage e retro senza rinunciare ad avere una personalità musicale. 

Nelle tracce dell'album si avverte l'eco di Marvin Gaye e James Brown, ma anche quello del primo Terence Trent D'Arby e di Prince: Detto questo, Caustic Love è un album riuscito, da ascoltare e riascoltare. Al tempo stesso notturno e solare, delicato e potente.

Un disco vero, suonato e cantato con passione e rispetto della musica. Su tutte, il funk di Scream e le cadenze psichedeliche di Iron Sky (VIDEO ). Intrigante anche il feauturing di Janelle Monae, una fuoriclasse che incrocia la sua voce con quella dell'artista italo scozzese in Fashion. 

.

© Riproduzione Riservata

Commenti