Musica

One Direction: stanotte è atteso il singolo "Perfect"

Intanto spunta l’indiscrezione su un figlio in arrivo per Niall Horan, dopo la paternità di Louis Tomlinson

One Direction

Gabriele Antonucci

-

Twitter è un termometro infallibile per tastare l’interesse del pubblico su un determinato argomento. Oggi l’hashtag #Perfect è stato uno dei più 10 più caldi, a testimonianza della febbre che ha contagiato le directioners per l’imminente pubblicazione del nuovo singolo degli One Direction, che dovrebbe essere appunto Perfect.

La notizia, oltre che rivelata dall’informatissimo account @The1DHotSeat, è stata indirettamente confermata con un tweet da Apple Music, poi prontamente rimosso, dove c'era scritto: "La nuova canzone degli One Direction è Perfect, il primo estratto da Made in the AM".  

Poiché il precedente Drag me down è stato pubblicato nel cuore della notte, è probabile che anche il secondo singolo dell’ormai prossimo album Made in the A.M., atteso nei negozi il 13 novembre in contemporanea con l’ultimo lavoro di Justin Bieber, uscirà stanotte a un orario non meglio precisato.

La canzone è stata scritta da Harry Styles, Louis Tomlinson e Julian Bunetta, che ha già lavorato con gli One Direction  negli album Take Me Home, Midnight Memories e Four.

Intanto la promessa via Twitter di Niall Horan di chiamare suo figlio col nome del calciatore Shane Long, probabilmente causata dall’entusiasmo per la vittoria dell’Irlanda ai calci di rigore, ha scatenato le illazioni  su una sua presunta, imminente paternità.

Se fosse vero, Niall sarebbe il secondo One Direction a diventare papà  dopo il recente l’annuncio di Louis Tomlinson, che ha messo incinta Briana Junwirth, con la quale aveva avuto un breve flirt.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gli One Direction si prenderanno una pausa

Lo afferma Simon Cowell, il mentore della band che li ha lanciati in tv

Gli One Direction supportano la campagna Action/1D

Il gruppo chiede ai leader del pianeta di ascoltare quali cambiamenti le persone vorrebbero, dall’uguaglianza dei diritti alla sconfitta della povertà

Commenti