Obama o Romney? Il pop rock americano si schiera

Così voteranno le star della musica

Mitt Romney e Barack Obama (Olycom)

elisabetta.tomasone

-

A due settimane dalle elezioni presidenziali irrompono nella campagna elettorale americane le scelte dei protagonisti della musica. Non è un dettaglio, perché i due candidati sono testa a testa nei sondaggi e l'endorsement di un cantante molto amato può spostare una fetta decisiva di elettori. Soprattutto negli Stati chiave in cui Romney e Obama se la giocano all'ultimo voto. Ecco perché Bruce Springsteen la settimana scorsa ha scelto di esibirsi per Obama proprio in Ohio dove la partita è apertissima.

Questi gli schieramenti del pop rock americano

La scena heavy rock è tutta per Mitt Romney. Tra i sostenitori del candidato repubblicano ci sono Gene Simmons dei Kiss, i Lynyrd Skynyrd, Alice Cooper, Dave Mustaine dei Megadeth, i Journey, Meat Loaf e Kid Rock, che si è anche esibito alla convention repubblicana di Tampa, in Florida. Queste le sue parole: 'Musicista, quindi democratico? Non scherziamo. L’aria è cambiata: questa volta siamo in tanti con Mitt Romney'.

Kid Rock live alla convention repubblicana di Tampa

Se il rock pesante sta con i repubblicani, il pop si schiera decisamente dalla parte di Barack Obama. I suoi più ferventi sostenitori sono Beyoncé e Jay Z, marito e moglie, la coppia d'oro della black music. Con il Presidente, senza se e senza ma, ci sono anche anche Mariah Carey, Madonna, Lady Gaga, Bruce Springsteen che all'ultimo momento ha deciso di non astenersi (il Boss aveva detto che dopo l'appoggio a Barack nel 2008 avrebbe preferito stare al di sopra delle parti). Sempre con Obama due vecchie glorie come Ry Cooder e James Taylor e, naturalmente, Bon Jovi, democratico convinto da sempre.

Bon Jovi live pro Obama in Iowa:

© Riproduzione Riservata

Commenti