Musica

Novegro Vinile Expo: la due giorni dei dischi cult e da collezione

Si svolge il 20 e 21 ottobre la celebre mostra-mercato milanese. In omaggio a un supporto riscoperto di recente da milioni di appassionati

Vinile.3.15-62-1

Gianni Poglio

-

"Queste manifestazioni hanno certamente un obiettivo commerciale ma anche una valenza culturale. Novegro è il luogo delle passioni: questa è l'attitudine che ci caratterizzza fin dalle origini" spiega l'architetto Gabriele Pagliuzzi, presidente del Comis, ente organizzatore della manifestazione, leader di settore, Novegro Vinile Expo. Complessivamente, in un anno, le mostre-mercato organizzate a Novegro richiamano 350 mila visitatori.

"L'incontro tra il vinile e Novegro nasce agli inizi degli anni Novanta con Vinilmania. In quel periodo il vinile stava scomparendo a favore del cd: nacque dunque una nicchia di appassionati che aveva il desiderio di ritrovarsi" spiega Pagliuzzi.

"Molti di questi collezionisti, nel corso degli anni, hanno trasformato la loro passione in un'attività economica. Alcuni dei più assidui frequentatori di Novegro hanno poi aperto dei negozi. Devo dire che i tre appuntamenti di Novegro Vinile Expo, a febbraio, maggio e ottobre (il 20 e 21) sono i più attesi tra gli appassionati del settore. La nostra scelta, quanto al vinile, è stata quella di selezionare la qualità degli operatori. In tutto gli espositori sono 134, professionsti del settore (oltre che dall'Italia vengono da Germania, Serbia, Francia, Austria, Inghilterra) che dedicano una grande cura al prodotto: dalla qualità delle copertine, a volte oggetto di restauro, alla qualità del suono" racconta.

"Novegro Vinile Expo richiama tre-quattromila persone ad ogni edizione. Non mancano i ragazzi e, tra un'edizione e l'altra, assistiamo a un discreto turn over tra i partecipanti. Sono un'elite di persone estremamente competenti che vengono da ogni parte d'Italia e non solo. Quello dell'ascolto del vinile è un rito, come sedersi in poltrona con un buon sigaro e un bicchiere di cognac" spiega. "In questi anni il vinile sta vivendo una seconda giovinezza e il mercato presenta ancora margini di miglioramento. Anche i giovani stanno riscoprendo il gusto per una fruizione della musica che affascinava i loro genitori".

"Nel mondo dei vinilmaniaci può anche succedere che si decida di comprare un album non per la musica, ma per il valore e la bellezza della copertina: Magari perché l'ha realizzata quel particolare artista o disegnatore" aggiunge Italo Gnocchi, espositore a Novegro Vinile Expo e collezionista.

"Le mostre mecrato sono arene specializzate dove gli appassionati si ritrovano, si confrontano e si scambiano gli oggetti della loro passione. In questo ambito hanno ancora un peso il baratto e lo scambio" racconta Pagliuzzi. Ci sono album che valgono migliaia di euro, ovviamente si tratta di chicche particolari, di rarità. Poi ci sono anche gli acquisti legati semplicemente al valore affettivo e alla nostalgia di certe canzoni ascoltate un tempo sul mangiadischi".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rolling Stones, ritorno al vinile: tutti gli album dal 1971 al 2016

In formato 33 giri i dischi in studio della band di Mick Jagger e Keith Richards. Ogni Lp è numerato e in edizione limitata

Il nuovo boom del vinile: la clamorosa rivincita del "vecchio" 33 giri

I numeri dicono che il 33 giri è tornato prepotentemente in auge. Perché è bello, suona bene ed è un antidoto alla bulimia da streaming

I 10 album da avere assolutamente in vinile

Dai Beatles ai Radiohead, passando per i Funkadelic: quando un disco capolavoro va ascoltato rigorosamente in formato 33 giri

Commenti