Musica

Nerone, dopo il trionfo a Mtv Spit ecco l'ep "100K"

Il rapper di Milano presenta il suo nuovo progetto: "Traccio una linea di confine tra passato e futuro"

DSC_0087

Matteo Politanò

-

100 K è il titolo del primo lavoro solista del rapper milanese Nerone. L’ep del vincitore dell’edizione 2014 di Mtv Spit esce oggi per l'etichetta CB Music e sarà distribuito da Artist First in tutti gli store digitali oltre che stampato in 1000 copie in tiratura limitata e numerata. Due le collaborazioni nelle sei tracce: con Maruego nella traccia "Andiamo" e con Dj Slait in "MCF Kingdom", tutte diverse sono invece le sei produzioni con Low Kidd in "Pazzo" (sotto si può vedere il video estratto), i 2nd Roof in "Si ciao", Weirdo in "MCF Kingdom", Biggie Paul "in Andiamo", Yazee in "Mai più" e Retraz in "Reebok, Blunt & Flow". 

L'intervista: 

Come nasce 100k e quali sono state le tue priorità nella scelta delle produzioni e delle featuring?

E' l'ep di chiusura di un capitolo, quello dei pezzi pensati e scritti con l'attitudine grezza che mi appartiene: da ora in avanti cercheremo di "sfinare" ciò che sono mantenendo comunque intatto il mio essere e il mio stile.

Come mai la scelta di un ep invece che di un vero e proprio album?

Un disco per chiudere un capitolo lo ritenevo abbastanza eccessivo. Ho preferito segnare una linea di confine tra il vecchio e il nuovo Nerone con queste sei tracce raccolte in un ep. 

La vittoria di Spit ti ha dato parecchia visibilità, che esperienza è stata?

Rispetto all'anno scorso sono cambiate delle cose, quindi quel poco di "consapevolezza" che avevo è svanita praticamente subito. Sono felice di aver portato a casa la vittoria soprattutto per la mia città, Milano.

Quali artisti e dischi ti hanno colpito di più nel 2014?

Credo che Schoolboy Q ed Eminem quest'anno abbiano segnato un anno di " pochezza" di prodotti per quel che riguarda il mio gusto musicale. in italia invece il Machete Mixtape ha cambiato le regole del mixtape all'ìitaliana: un disco di crew, fresco e innovativo.

Negli ultimi anni il rap ha costruito un mercato che attualmente sembra un po' saturo, come pensi di ritagliarti uno spazio nel mercato delle vendite?

A questo non posso pensarci da solo, io so solo quello che scrivo e me ne assumo sempre la responsabilità. Mi fido di un team di management a cui voglio molto bene lavorativamente e non: mi trovo bene e credo che loro avrebbero l'esatta risposta alla tua domanda.

Alcuni tuoi colleghi, partendo dall'improvvisazione, sono finiti a giocarsi le proprie carte nei talent e in tv. Cosa ne pensi e tu lo faresti?

Spit lo consideriamo talent? in quel caso si, ma penso che ad oggi, con la vittoria dell'anno passato, non mi ripresenterei. In tv ti metti in mostra ma si rischia una sovraesposizione che a volte è dannosa. In tv ci vai per i meriti dei dischi, specie se esci da un talent.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti