Music Summer Festival: le 11 pagelle della seconda puntata

Il Tezenis Live continua la sua lunga corsa e noi di Panorama.it abbiamo valutato tutte le performance dal vivo degli ospiti di Alessia Marcuzzi e Simone Annicchiarico. Chi sarà stato il più bravo?

Alessandro Alicandri

-

L'11 luglio 2013 abbiamo visto su Canale 5 la seconda puntata di "Music Summer Festival - Tezenis Live". Ecco le nostre valutazioni sulle esibizioni. Saranno sintetiche, con un voto, e coinvolgeranno le sole esibizioni live, quindi verranno escluse (per ovvi motivi) tutte le performance della serata in playback.

Nel caso in cui avessimo male inteso un'esibizione live con una in playback o viceversa, vi preghiamo di segnalarcelo nei commenti per fare delle verifiche. Ci occuperemo dei big (non degli ospiti stranieri) e dei giovani (anche di Greta che ha vinto la serata) tralasciando le performance di deejay Paki e dei Salento Guys (i secondi hanno vinto la seconda fase della mini gara).

Biagio Antonacci ha cantato "Non vivo più senza te". Una vecchia hit che ormai risale all'estate del 2012, che però rende giustizia televisiva a un grande successo che non ha avuto la giusta visibilità. La sua energia ci ha conquistati e la sua voce era piuttosto in forma anche nell'altro brano portato sul palco, "Scegli Me".

BIAGIO ANTONACCI - 7 E MEZZO

I Modà hanno cantato "Gioia", secondo estratto dall'album omonimo anche se in ogni passaggio di fine blocco abbiamo ascoltato il nuovo singolo, "Dimmelo". Salta, si scatena, la sua voce è stabile e forte. Kekko Silvestre e la sua band trattano qualsiasi palco con la stessa energia. Quel palco di piazza era uno stadio.

MODA' - 8

Marco Mengoni ha cantato "Pronto a correre", il singolo della primavera/estate 2013. Smessi i panni dell'elegantissimo gentiluomo, Mengoni torna un po' ai look del passato. Lo abbiamo visto, ma magari è stata solo una nostra impressione, un po' più stanco vocalmente rispetto al solito. Ma è andata bene.

MARCO MENGONI - 7+

Coez torna sul palco e fa molto meglio della scorsa volta. Complice l'emozione del debutto o chissà, il suo primo passo verso il grande pubblico non è stato molto gradevole. Qui il brano "Siamo morti insieme" inizia a entrarci in testa e con un atteggiamento divertente e disincantato ha trovato il favore del pubblico.

COEZ - 6 E MEZZO

Greta Manuzi, dopo la seconda posizione a "Amici 2013" torna sul palco con "L'estate", un brano che effettivamente è difficile da cantare e che alla fine lei intona e gestisce molto bene. Non vederla in divisa da talent la rende, come ci è successo con Moreno, più intensa e personale. Non perfetta, ma davvero brava.

GRETA - VOTO 7/8

Antonello Venditti canta "Unica". Cosa si può dire a uno dei più grandi nomi della musica popolare italiana? Per esempio che il brano è noto dal 2011 ed è ancora pieno di freschezza. Ideale per l'estate e appropriato a sorpresa anche per un personaggio che ormai fa parte della vecchia guardia della musica d'autore.

ANTONELLO VENDITTI - VOTO 7

Emma, alla sua seconda esibizione sul palco del "Music Summer Festival", ha finalmente dato l'energia che volevamo per "Dimentico tutto", il suo nuovo singolo. Ha dato il massimo perché il testo fosse chiaro, compreso, apprezzato come meritava. Brava Emma!

EMMA - VOTO 8+

Alessandro Casillo, altro giovane in gara, presenta per la seconda settimana "Io scelgo te". Senza ciuffo e con l'aria più matura, porta in campo una dolcezza e una spontaneità che fanno molto bene a chi ama cantare e fare musica. Interpretazione migliore rispetto alla prima puntata, sta facendo bene.

ALESSANDRO CASILLO - 6/7

Simone Cristicchi con "La cosa più bella del mondo", ci ha regalato tre minuti di poesia. Fuori dalla gara, fuori dal mercato, fuori dai giochi televisivi. La sua musica è messaggio, contenuto, aprire uno scrigno sul palco e trovarci dentro un'emozione descritta con il cuore. 

SIMONE CRISTICCHI - 9

Alla faccia di tutti i ragionamenti sui singoli da lanciare con scadenze precise, Gue ne approfitta dopo l'esordio con "Bravo ragazzo" per portare un pezzo nuovo del suo disco solista. La canzone è "Tornare indietro" in collaborazione con Arlissa, cantante inglese presente sul palco che poi si è esibita nella sua "Sticks and Stones". Quel suo muoversi senza sosta sul palco ci fa deconcentrare, ma la traccia è buona e Arlissa, timidezze a parte, ha una voce piena di inconsapevole sensualità.

GUÈ PEQUENO - 7 E MEZZO

Andrea Nardinocchi, in gara tra i giovani, porta "Persi insieme", nuovo singolo dal suo album d'esordio "Il momento perfetto". Quanto è bravo, quanta passione per la musica trasmette questo ragazzo? Noi lo conosciamo ormai benissimo e non possiamo che essere suoi sostenitori, ma mettendoci nei panni del pubblico da casa, non è strano che qualcuno pensi che la sua voce stoni e non sia ben controllata. Questo non gli fa del bene, non fa comprendere le sue potenzialità.

ANDREA NARDINOCCHI - 6+

© Riproduzione Riservata

Commenti