Musica

Muse: "Psycho" e "Mercy" live alla BBC

Il due energici singoli, suonati dal vivo al "Later…with Jools Holland", anticipano l'uscita di "Drones" il 9 giugno

Muse

Gabriele Antonucci

-

Uno degli album più attesi del 2015 è certamente Drones dei Muse, un ritorno alle origini per il trio di Teignmouth.

Mentre il pluripremiato The 2ndLaw ha esplorato nuove sonorità, tra le quali il dubstep, il prossimo lavoro della band inglese, che uscirà nei negozi il 9 giugno, segna un ritorno all’alternative rock muscolare delle origini,limitando al minimo l'elettronica. I Muse, che hanno all'attivo sei album per 17 milioni di copie vendute, incarnano meglio di qualsiasi altra band il suono del nuovo millennio, tra rock decadente, lampi di elettronica e suggestioni sinfoniche.

Solo gli U2 e i Coldplay possono vantare dal vivo un riscontro di pubblico e un impatto pari a quello dei Muse, come hanno potuto apprezzare il 6 luglio 2013 i sessantamila spettatori dello Stadio Olimpico.

In attesa di vederli in azione nell'unica tappa italiana del loro tour il 18 luglio a Rock in Roma, presso l’Ippodromo delle Capannelle, possiamo gustarci l'energica performance andata ieri in scena nello show della BBC Later…with Jools Holland, un gustoso assaggio di quello sarà il prossimo show di una band che ha fatto della spettacolarità la caratteristica imprescindibile dei suoi concerti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Muse, il nuovo disco raccontato da Matt Bellamy

Il frontman parla in anteprima di "Drones" in uscita oggi, 9 giugno

Commenti